Quantcast
Troppe classi in quarantena, scuole chiuse in anticipo a Monte Compatri - Castelli Notizie
Attualità

Troppe classi in quarantena, scuole chiuse in anticipo a Monte Compatri

scuola monte compatri
Picco di contagi tra i più giovani a Monte Compatri, dove il sindaco Francesco Ferri, con l’ordinanza n. 10 del 20 dicembre, ha disposto la chiusura di tutti i plessi scolastici della frazione di Laghetto.
 Il provvedimento del Sindaco di Monte Compatri, Francesco Ferri, è entrato in vigore ieri mattina e ha comportato l’attivazione della didattica a distanza per gli allievi della scuola materna, elementare e media dell’Istituto Comprensivo Paolo Borsellino della frazione di Laghetto.
Una decisione drastica a ridosso delle festività di Natale, presa sulla scia di una escalation di contagi all’interno della scuola: una nota della Dirigente Scolastica dello stesso 20 dicembre, infatti, informava il Sindaco del fatto che ben 7 classi si trovavano in quarantena: “sono state emesse disposizioni di quarantena dalla Asl Roma 6 per le classi 2D, 2F della scuola secondaria di Laghetto e per le classi 3E e 3F della scuola primaria di Laghetto; nonché di aver dato disposizioni di quarantena precauzionale, in attesa di disposizioni da parte della Asl Roma 6, per le classi 1F e 4G della scuola primaria di Laghetto e per la classe 1D della scuola secondaria di Laghetto”.
A seguito del confronto con la Dirigente Scolastica e l’ASL, il Sindaco ha quindi optato per la sospensione delle attività didattiche in presenza per gli ultimi due giorni di lezioni, il 21 e il 22 dicembre, anticipando di fatto la chiusura della scuola per le festività natalizie: “Stiamo monitorando costantemente i dati sui contagi e purtroppo dobbiamo registrare un aumento significativo in questi ultimi giorni, in particolare nelle nostre scuole di Laghetto – ha spiegato il Sindaco Ferri –. Chiudere le scuole è stato un provvedimento doloroso e so che comporta disagi per le famiglie, ma la salute e la sicurezza devono essere sempre messe al primo posto. Proprio per i comprensibili disagi che comporterà mi appello al senso di responsabilità di tutti, affinché la chiusura delle scuole non venga vanificata da comportamenti non responsabili in questi giorni di festa, confidando nel buon senso della nostra comunità”.
Più informazioni
commenta