Attualità

Ciampino, il commissario Mirra mette mano sul nuovo piano antenne: verso il tavolo tecnico

antenne-telefonia

Il commissario prefettizio per il Comune di Ciampino fa sul serio e decide di mettere mano sul nuovo piano antenne. Il municipio aeroportuale, infatti, con Determinazione Settore IV, Pianificazione del Territorio, del giugno 2021, aveva stabilito di dotarsi di un Regolamento ed un Piano comunale per l’installazione di impianti di tele radiocomunicazione con misurazione dell’inquinamento elettromagnetico sul territorio comunale, conferendo l’incarico per la loro predisposizione a una società con sede a Roma. “L’attività – sottolineano in questi giorni dal Comune – mira a garantire la dislocazione pianificata, ordinata e ragionevole delle antenne all’interno del perimetro territoriale per evitare inutili sovrapposizioni di stazioni ed assicurando al contempo una completa e ottimale copertura di segnale sulla zona per la migliore fruizione dei servizi necessari al completamento dei processi di digitalizzazione”.

A tal fine, in attuazione dei principi di trasparenza, efficacia e leale collaborazione, il Comune di Ciampino, guidato dal commissario Adele Mirra, ha quindi avanzato formale invito agli operatori della Telefonia mobile, alle cosiddette “Tower Company” e a tutti gli altri soggetti coinvolti professionalmente nel processo di infrastrutturazione della rete di telefonia mobile nel territorio comunale, a partecipare, in persona dei rispettivi legali rappresentanti, al tavolo tecnico che si terrà il prossimo 25 gennaio presso la sede del Comune di Ciampino. Alla riunione, parteciperanno anche i rappresentanti dell’amministrazione comunale e i tecnici della Società prescelta in qualità di consulente, per prendere visione e discutere attivamente delle proposte localizzative avanzate dagli stakeholders coinvolti (proposte che dovranno pervenire in Comune entro e non oltre 10 giorni prima della data fissata per la riunione del tavolo, ndr).

Sempre il Comune di Ciampino, inoltre, chiede a tutte le altre imprese e a tutti gli altri professionisti coinvolti nel processo di infrastrutturazione delle reti mobili, “di far pervenire la domanda di partecipazione al tavolo tecnico di concertazione per la definizione delle aree deputate ad accogliere le stazioni radio-base, oltre ad eventuali osservazioni, programmi di sviluppo, dossier e proposte”. Insomma, la stesura del nuovo piano antenne di Ciampino sta per entrare nel vivo.

commenta