Quantcast
Frascati - Consiglio Comunale, Sts e mozioni rinviate. La Delle Chiaie scrive al Prefetto - Castelli Notizie
POLITICA

Frascati – Consiglio Comunale, Sts e mozioni rinviate. La Delle Chiaie scrive al Prefetto

Palazzo-Marconi2

Non verrà discussa in Consiglio Comunale la mozione della consigliera d’opposizione Anna Delle Chiaie sul distacco della fornitura del gas all’impianto di Cocciano a causa di 240 euro di bollette non pagate  dalla STS: sarà la Commissione Patrimonio la sede deputata a trattare l’argomento, come richiesto – tra l’altro – anche nella mozione stessa. Una mozione che chiedeva appunto di approfondire la tematica nella Commissione presieduta dal consigliere Marco Lonzi ma che di fatto sottendeva la volontà politica di comprendere l’atteggiamento dell’amministrazione comunale nei confronti di una “dimenticanza” che è costata innanzi tutto il distacco di un’utenza con immediati disagi per le centinaia di atleti (la maggior parte bambini) che da oltre 3 settimane sono senza acqua calda e possibili ripercussioni economiche per il Comune stesso che potrebbe essere soggetto ad eventuali azioni risarcitorie da parte delle società sportive. Ricordiamo velocemente che lo scorso 9 dicembre il Frascati Rugby Club fece l’amara scoperta: niente acqua calda perché il gestore della fornitura del gas aveva staccato il tubo e messo i sigilli. Motivo? Qualche dipendente della multiservizi cittadina aveva dimenticato di pagare 4 bollette da 60 euro l’una… Della faccenda si era interessata la consigliera d’opposizione Delle Chiaie, protocollando una mozione lo scorso 17 dicembre.

Una mozione che il presidente Corrado Spagnoli non ha inserito nell’Ordine del Giorno del Consiglio che si è tenuto in data odierna, perché implicava una convocazione della Commissione che secondo regolamento non doveva essere richiesta tramite mozione. Una decisione che ha sollevato malumori e perplessità da parte della proponente e del coordinatore di Frascati Futura Mirko Fiasco che ha minacciato una conferenza stampa sotto Palazzo Marconi il prossimo 8 gennaio e dichiarato che informerà il Prefetto per la mancata calendarizzazione della mozione definendolo un “atto di ostracismo da parte dell’amministrazione comunale”.

“A me andava benissimo discutere la mia mozione in Commissione – ha detto la Delle Chiaie – ma se parliamo di regolamento allora diciamo anche che una convocazione con 24 ore di preavviso non corrisponde a quanto previsto. Non ho potuto essere presente il 23 ma alla fine la questione non è stata neanche affrontata. Spero dunque che se ne potrà parlare in seguito, perché i cittadini hanno il diritto di sapere come sono andate le cose”.

“Nessun bavaglio” alla consigliera Delle Chiaie, hanno replicato la sindaca Sbardella e il consigliere delegato allo Sport Riccardo Tomei: “Fin dall’inizio avevamo stabilito di non ingolfare i lavori del consiglio comunale con questioni da trattare nelle Commissioni competenti, visto che esistono strumenti democratici molto più snelli. La mozione richiede la discussione in Commissione e così sarà fatto. Evidentemente l’assenza della proponente Delle Chiaie ai lavori dello scorso 23 dicembre ha fatto decidere di non trattare l’argomento. C’è già in merito una relazione di Critti, Direttore Generale della STS”. Sarà quindi la prossima Commissione Bilancio a chiarire come sono andati i fatti ed, eventualmente, quali saranno i provvedimenti che l’amministrazione riterrà o meno di dover prendere. Di sicuro oggi in Consiglio si è ribadita più volte la volontà di risanare un’azienda speciale sì in difficoltà economica ma fondamentale e funzionale a Comune e cittadini. L’auspicio è che ciò avvenga quanto prima, ponendo in essere scelte difficili e al contempo imprescindibili; di sicuro andrà alzata l’asticella, passando per un rinnovato concetto di efficienza e responsabilità altrimenti l’appello alla due diligence del momento e agli immancabili buoni propositi cadrà, come sempre, nell’oblio, con buona pace dei frascatani tutti.

 

commenta