Quantcast
Capodanno 2022, ecco cosa fare a Roma: tante proposte all'insegna della cultura con Capodarte - Castelli Notizie
Cultura

Capodanno 2022, ecco cosa fare a Roma: tante proposte all’insegna della cultura con Capodarte

Generico dicembre 2021

Il Decreto Festività, approvato gli scorsi giorni dal Consiglio dei Ministri, ha sferrato un duro colpo ai tradizionali festeggiamenti per Capodanno: feste in piazza vietate, discoteche chiuse, così come i locali da ballo in generale, a causa dei contagi da Covid che continuano a crescere.

Ma se molti programmi per la vigilia del Primo dell’anno sono saltati, nulla impedisce di celebrare questa giornata in maniera alternativa: basterà approfittare del giorno festivo per raggiungere la Capitale e trovare a disposizione un ampio ventaglio di opzioni in grado di risollevare gli animi.

Ecco una lista di proposte arrivate dal Roma Capitale, Assessorato alla Cultura con il coordinamento del Dipartimento Attività Culturali, per “investire nella cultura e disegnare il futuro della città confrontandosi con artisti, intellettuali e operatori culturali”, insieme ai quali immaginare un “processo di rinascita”: sabato 1° gennaio, a partire dalle ore 15, una cinquantina di luoghi di Roma verranno animati da nomi del calibro di Giovanni Allevi, Luca Barbareschi, Marco Bellocchio, Paolo Di Paolo, Loredana Lipperini, Silvio Orlando, Nicola Piovani, Christian Raimo, Sergio Rubini, Vittorio Sgarbi e Mario Tozzi.

I musei saranno eccezionalmente aperti e gratuiti dalle 14 alle 20 (ultimo ingresso ore 19), ad esclusione della Serra Moresca che chiuderà alle ore 17 (ultimo ingresso ore 16), e accoglieranno i seguenti incontri:

Alle ore 16, si terrà presso i Musei Capitolini l’eccezionale visita di Vittorio Sgarbi alla sala dei Pittori ferraresi (ore 16), con l’accademico dei Lincei Alessandro Zuccari che si concentrerà sul Caravaggio (ore 17) e con il professor Michele Ainis, protagonista dell’incontro Roma e l’Europa (ore 18).

I visitatori che si recheranno presso i Mercati di Traiano alle ore 16 e nella vicina area archeologica dei Fori Imperiali alle 16:30 avranno invece modo di incontrare rispettivamente l’archeologo Andrea Carandini e l’omologa Rita Paris.

Al Museo di Roma a Palazzo Braschi si terranno due appuntamenti, alle 17.30 e alle 18.30: il primo, con lo storico dell’arte Claudio Strinati, e il secondo con la storica Marina Formica, che parlerà di Roma “città di libertà”. Il saggista e storico dell’arte Costantino D’Orazio terrà invece un intervento alle 16 presso la Serra Moresca di Villa Torlonia, circondato dalle piante esotiche e le vetrate dipinte che contraddistinguono il luogo.

Tra gli spazi aperti si segnalano anche il Museo dell’Ara Pacis, dove sarà presente l’archeologo e accademico Eugenio La Rocca, mentre alle ore 17 presso il Museo di Casal de’ Pazzi, inizierà l’incontro con Patrizia Gioia.

L’accademico Giuliano Volpe, infine, offrirà una visita guidata della Centrale Montemartini alle ore 17. A completare il programma del 1° gennaio le visite guidate al Museo della Repubblica Romana e della memoria garibaldina (ore 16), al Museo di Roma in Trastevere (ore 17), al Museo Civico di Zoologia (ore 17), al Museo di scultura antica Giovanni Barracco (ore 17.30) e al Museo Napoleonico (ore 18).

È consigliata la prenotazione online su www.culture.roma.it/romacapodarte, a partire dal 28 dicembre.

Per quanto riguarda le Biblioteche, invece, gli eventi proposti avranno inizio in contemporanea alle 17.30 e sono i seguenti:

“Pasolini fuori dal centro”, su Pasolini e le periferie romane, incontro che vedrà protagonista Ascanio Celestini in programma alla Biblioteca Pier Paolo Pasolini;

“I sentimenti” alla Biblioteca Arcipelago Auditorium: conversazione tra letteratura e

cinema con Paolo Di Paolo a cui seguirà la proiezione del film “À l’abordage di Guillaume Brac” introdotta da Ginella Vocca;

Loredana Lipperini parlerà con Viola Lo Moro del suo libro “ Nome non ha. Una chiacchierata sulla letteratura fantastica”, alla Biblioteca Goffredo Mameli;

Con Christian Raimo si svolgerà invece l’appuntamento “Rimuovere gli ostacoli. Una lezione sull’articolo più bello della Costituzione italiana” alla Biblioteca Ennio Flaiano;

Presso la Biblioteca Villino Corsini, Teresa Ciabatti e Ilaria Gaspari terranno un incontro dal nome: “Immaginario femminile. I tabù che restano da abbattere”;

Agli incontri si aggiungono i laboratori attivi, allo stesso orario: “Leggiamo la musica”, per famiglie e bambini (6-10 anni), tenuto dai musicisti Ilona Balint (viola) e Francesco Di Donna (violoncello) presso la Biblioteca Franco Basaglia; il laboratorio di scrittura rap “Potere alle parole. Open mic rap jam” tenuto da Amir Issaa presso la Biblioteca Laurentina; il laboratorio di graphic novel “Siamo delle fantastiche storie a fumetti”, con l’illustratore e fumettista LRNZ, al Centro Culturale Aldo Fabrizi e il laboratorio di scrittura creativa “Saper scrivere” con Lidia Ravera, presso la Casa delle Letterature.

La prenotazione è obbligatoria presso ciascuna biblioteca.

Ma la programmazione è ricca anche riguardo i Cinema: si comincia alle 15.30 dal Cinema Troisi di via Induno, dove sarà possibile vedere il film “Tutto quello che vuoi”, e prevede un incontro con il regista Francesco Bruni e i protagonisti Giuliano Montaldo e Raffaella Lebboroni al termine della proiezione.

Presso la Sala Deluxe della Casa del Cinema a Villa Borghese andrà invece in onda, alle ore 16, il film “Marx può aspettare”, di Marco Bellocchio, a cui farà seguito un dibattito sul film con il maestro piacentino. Nel quartiere Pigneto, invece, presso il Nuovo Cinema Aquila, si proseguirà alle 18 con le proiezioni di “Deathmate”, corto vincitore del premio speciale Free Aquila, seguito da “Matrix Resurrections” di Lana Wachowski. Presenti in sala il giovane regista del corto vincitore Luca Di Paolo e l’attrice Blu Yoshimi.

La giornata sarà piena di opportunità anche per gli amanti del Teatro, a partire dall’Argentina, che ha in programma ben due eventi: alle ore 17, in Sala Squarzina, sarà presentato lo spettacolo “Il fiore azzurro” dalla sua autrice e attrice Daria Paoletta; alle ore 19, invece, terminata la replica de “La vita davanti a sé”, il regista e protagonista Silvio Orlando intratterrà la platea con una sua riflessione sul tema “Arte e libertà. Roma riparte in sicurezza”.

Nel frattempo, nel vicino Teatro Valle Franca Valeri, il maestro Nicola Piovani incontrerà il pubblico alle ore 17 all’interno del foyer. Anche al Teatro Tor Bella Monaca la musica sarà protagonista: alle 18, infatti, al termine del Concierto de Año Nuevo, è previsto un intervento con il pubblico in sala del cantante Joel Torres e dei musicisti Josè Ramon Caraballo Armas, Sebastian Marino e Alessandra Procacci. Al Teatro Eliseo, infine, alle ore 17, appuntamento a ingresso gratuito con Marco Zurzolo e la sua band in compagnia di tanti altri artisti. Saranno presenti Luca Barbareschi e Sergio Rubini.

Una lunga lista di attività, che è possibile consultare sul sito ufficiale di Roma Capodarte 2022, e che concludiamo con qualche ultimo cenno agli ulteriori eventi che avranno luogo in città: l’apertura gratuita di Palazzo delle Esposizioni dalle 16 alle 22.30, con il trittico di mostre Tre stazioni per Arte-Scienza, ingresso gratuito al Mattatoio dalle 16 fino alle 20 per la mostra “Dora Garcia. Conosco un labirinto che è una linea retta” e libera entrata anche a tutte le mostre e progetti in corso al MACRO via Nizza fino alle ore 22.

Tra gli spazi aperti il 1° gennaio anche l’Auditorium Parco della Musica dove è previsto un intervento speciale per Capodarte di Giovanni Allevi al termine del proprio concerto delle 18 in Sala Santa Cecilia, e del sassofonista Stefano Di Battista, dopo la sua esibizione in Sala Petrassi alle ore 18.30.

Tutte le informazioni per il pubblico sono disponibili su www.culture.roma.it/romacapodarte allo 060608 (tutti i giorni dalle ore 9 alle 19) oppure sui profili social con #romacapodarte2022.

Insomma, un primo dell’anno all’insegna della cultura e del bello: ottimo antidoto a questo periodo di restrizioni e sacrifici.

 a cura di Ludovica Di Ridolfi

Generico dicembre 2021
commenta