Quantcast
Castel Gandolfo, cordoglio per la scomparsa del dottor Baldeschi, storico farmacista di piazza della Libertà - Castelli Notizie
Attualità

Castel Gandolfo, cordoglio per la scomparsa del dottor Baldeschi, storico farmacista di piazza della Libertà

castel gandolfo mario baldeschi

Cordoglio e tristezza a Castel Gandolfo per la scomparsa del dottor Mario Baldeschi, storico farmacista di piazza della Libertà, noto professionista stimato da tutta la comunità gandolfina. Nato nel 1940, il dottor Baldeschi era considerata da molti una figura familiare, uomo mite, garbato e colto, la sua figura in queste ore viene ricordata da tanti cittadini ed istituzioni locali. Commosso il ricordo, ad esempio, della sindaca Monachesi che lo descrive così: “Il dottor Mario Baldeschi non è stato “solo” il farmacista di intere generazioni di castellani, ma anche un amico ed un punto di riferimento. Se entravi nella sua farmacia con qualsiasi dubbio, Mario sapeva come rassicurarti, dandoti il miglior consiglio e tutte le spiegazioni di supporto, senza mai dimenticare una parola gentile di conforto. Sempre attento alle problematiche sociali e innamorato di Castel Gandolfo, si è sempre impegnato per la sua comunità, ricoprendo negli anni passati anche ruoli pubblici nell’amministrazione Comunale”.

“E ancora oggi erano tante le idee, le segnalazioni o i suggerimenti che offriva a beneficio della collettività. A nome mio e dell’amministrazione comunale e dell’intera comunità castellana – sottolinea la prima cittadina di Castel Gandolfo – esprimo le più sentite e sincere condoglianze alla famiglia”. Queste, invece, le parole del vicesindaco Cristiano Bavaro: “aveva sempre una parola gentile e consigli professionali da elargire a piene mani a chi si appressava nella sua farmacia. Alla sua famiglia, ed in particolare ad i suoi figli, faccio le più sentite condoglianze e mando un abbraccio forte. Buon viaggio Dottore”. Le esequie si terranno venerdì 31 dicembre prossimo alle ore 10.30 nella Parrocchia Pontificia di San Tommaso da Villanova.

commenta