Attualità

Velletri, il 27 gennaio il primo evento alla Stazione: verrà commemorata la tragedia di Casabianca

tragedia casabianca

La rinascita della Stazione di Velletri si appresta a diventare realtà. Il 2022 vedrà infatti la realizzazione di un progetto che all’inizio sembrava una utopia. Un progetto che non gode di alcun finanziamento pubblico, reso possibile grazie alla passione del Geom. Marco Silvagni che investirà personalmente per la realizzazione degli interventi progettati dall’ Architetto Umberto Magni necessari perché gli ambienti dismessi possano diventare un polo culturale.

Già dai primi giorni del 2022, la stazione di Velletri, inizierà a vedere la sua rinascita con due eventi in fase di preparazione: quello previsto il 27 Gennaio per il 30esimo anniversario dell’incidente di Casabianca e un mese dopo la presentazione alla città e alla stampa del progetto di restauro e riqualificazione degli ambienti dismessi che RFI si appresta a concedere in comodato d’uso alla FONDAZIONE MUSEO LUIGI MAGNI E LUCIA MIRISOLA per esseri trasformati in un polo culturale.

Era il 27 Gennaio 1992 quando nella notte il treno in arrivo dalla stazione di Santa Maria delle Mole si scontrò con quello proveniente dalla stazione di Ciampino, a cui, per errore umano,  era stato dato il via alla partenza. Lo scontro provocò la morte di 6 persone ed il ferimento di altre 200. Affinché la tragedia non cada nell’oblio, giovedì 27 gennaio 2022, le Autorità civili, religiose, le forze politiche, sociali, sindacali ed i rappresentanti di Trenitalia parteciperanno ad una cerimonia religiosa alla Stazione di Velletri.

Si tratta di un’operazione che sta per essere portata a compimento grazie alla sola passione di una squadra di appassionati del territorio coordinata da Alessandro Filippi presidente della Fondazione Museo Luigi Magni e Lucia Mirisola e da Paolo Silvi presidente di Apassiferrati che vede il determinante contributo di Federico Ognibene, che curerà le luci sia interne che esterne.

La stazione quindi entro il 2022 tornerà ad essere il salotto a sud della città, il quale saprà accogliere e richiamare i visitatori che si sperano numerosi dalla Capitale. Naturalmente tutto questo in stretta collaborazione con il DFL di Velletri tramite il suo presidente Ermanno Pastina e con gli amici che gestiscono il locale si creerà una rete di iniziative mirate a promuove il turismo su rotaia e risvegliare l’interesse per l’antica stazione dei Papi fino ad ora entrata nell’oblio. Seguiteci con attenzione sui canali social della Fondazione Museo Luigi Magni e Lucia Mirisola.

tragedia casabianca
Più informazioni
leggi anche
Generico gennaio 2022
Attualità
Ciampino, il comando della Polizia Locale commemora il disastro ferroviario di Casabianca
Generico febbraio 2022
Like castelli romani
Velletri – Nel ricordo di Romina Trenta presentato il programma del 160° della linea ferroviaria Roma-Velletri
commenta