Politica

Genzano – Giardino Popolare sollecita una Farmacia comunale per i tamponi e precisa: “Impensabile un solo drive-in per 20 Comuni?”

drive in genzano postazione interna

“L’assalto ai tamponi e le enormi file che si stanno creando davanti ai drive-in ci dimostrano quanto poco si sia fatto in direzione di una sanità pubblica territoriale. È impensabile immaginare che il solo drive in di Genzano possa coprire la richiesta di 20 comuni del nostro territorio”. Inizia così la nota stampa di Giardino Popolare,  la messa in rete di individui e realtà collettive dei Castelli Romani, che ha sede proprio a Genzano di Roma.

Una disamina schietta e franca, con conclusioni che appaiono condivisibili nel momento in cui si “fotografa” la realtà, fatta di lunghe file e dell’esigenza di dover ripristinare il senso unico su via Grandi, proprio per non far venire meno la sicurezza stradale.

“Oltre quindi a dover aumentare la capacità di fare tamponi da parte della Asl Roma6 – si legge nella nota di Giardino Popolare – andrebbe richiesto un ruolo più attivo dei medici di base e pediatri sull’attività di tracciamento, e dovrebbero essere potenziate le Usca per interventi domiciliari evitando di ingolfare pronti soccorso e ospedali.

Come più volte ribadito, anche gli enti locali come i Comuni possono e devono fare la loro parte.
Invece tutto tace. Non si sa se una conferenza dei sindaci con la Asl Roma6 sia stata convocata.
Inoltre se almeno alcuni Comuni hanno attivato le proprie farmacie comunali per i test sierologici e i tamponi, non si capisce perché il Comune di Genzano con ben tre farmacie comunali non è stato in grado di attivarne almeno una per fare i tamponi rapidi.

Rimaniamo convinti della impellente necessità di attivare questo servizio in almeno una farmacia comunale, aiuterebbe ad alleggerire la pressione sul drive-in del vecchio ospedale e inoltre eviterebbe di arricchire le tasche dei privati che oggi per un tampone molecolare chiedono fino a 60 euro.

Sono già mesi che come Giardino Popolare abbiamo fatto richiesta al Comune di Genzano, ci fa ridere invece che la destra solo oggi si sveglia, visto che da sempre è assente nel lavorare a favore di una sanità pubblica territoriale per tutti e tutte. Anzi la destra ha sempre favorito i privati”, concludono dal Giardino Popolare, in riferimento all’interrogazione consiliare presentata dal leghista Rosario Neglia, volta proprio a chiedere all’Amministrazione del perché non sia stato attivato il servizio, per il quale l’esponente di minoranza ha proposto la Farmacia comunale di largo Ottavio.

Più informazioni
leggi anche
tamponi Covid
Politica
Genzano, Città Futura: “Per i tamponi mettere a disposizione anche il Pala Cesaroni”
Famacia Comunale 1 Genzano
Attualità
Genzano – Tamponi, il Comune cerca soggetti per test Covid in due Farmacie comunali. Fabbri (Pd): “Servizio importantissimo”
commenta