Attualità

Il 2022 visto dai Sindaci di Albano, Ariccia, Genzano, Lanuvio, Lariano, Nemi e Velletri

2022

E’ appena iniziato il 2022, facendo calare il sipario su un anno ancora una volta segnato dalla pandemia, che guarda ad un orizzonte di incertezza ma anche di speranza. Le festività natalizie, seppur con maggiori possibilità rispetto allo scorso anno, hanno comunque risentito delle limitazioni, sopraggiunte in misura maggiore con l’ultimo decreto in merito al divieto di eventi all’aperto, che ha comportato più di qualche annullamento.

Restano i progetti delle amministrazioni locali ed i propositi per il nuovo anno che abbiamo raccolto da alcuni sindaci dei Castelli Romani.

Massimiliano Borelli Albano
Massimiliano Borelli: Sindaco di Albano

“Mi auguro che nel 2022 la lotta al covid faccia un ulteriore passo in avanti così da permetterci di ripartire senza il freno a mano tirato.
Lavoreremo per intercettare tutti i fondi possibili del PNRR per migliorare la qualità della vita nella nostra Città, sfruttare ogni opportunità per crescere e svilupparsi. Progetti che si affiancheranno a quelli già in itinere che prenderanno forma il prossimo anno, dall’apertura del sottopasso di Pavona, alla consegna della nuova scuola a Cecchina, all’avvio di tanti cantieri su tutto il territorio”.

Luigi Galieti Lanuvio
Luigi Galieti: Sindaco di Lanuvio

“Il mio augurio è rivolto innanzitutto a tutta la popolazione affinché continui a dimostrarsi estremamente responsabile in questa situazione tutt’altro che superata. Al tempo stesso ci auguriamo che questo possa essere l’ultimo Natale passato con la mascherina, grazie anche alle iniziative intraprese e alla campagna vaccinale. L’attività della nostra amministrazione per il nuovo anno si concentrerà soprattutto nel portare avanti tutte le progettualità che sono state messe in campo dall’inizio di questa legislatura e quindi nel perseguire quelli che erano gli obiettivi dichiarati dalla nostra amministrazione, con qualche elemento di novità dovuto anche alla situazione complessa che stiamo vivendo ma che ci porterà, nonostante le difficoltà e le ristrettezze, a cercare di far sì che le istanze della cittadinanza trovino sempre un riscontro il più puntuale possibile”.

Maurizio Caliciotti
Maurizio Caliciotti: Sindaco di Lariano

L’Amministrazione è impegnata, e lo sarà sempre, nel trovare soluzioni serie e importanti ai problemi della nostra comunità, cercando di attingere costantemente a qualsiasi forma di contributo per trasformarlo in un’occasione di crescita del nostro territorio. L’azione amministrativa è determinata con lo sguardo rivolto al futuro, poiché le molte cose decise, progettate e avviate in questi anni, richiedono ancora un forte impegno per trovare pieno compimento.
Ci siamo buttati alle spalle il 2021, con la speranza che il nuovo anno porti con sé il ritorno alla normalità e ad una graduale ripresa economica che possa dare fiducia a tutte le famiglie e alle attività produttive”.

carlo zoccolotti genzano
Carlo Zoccolotti: Sindaco di Genzano

“Abbiamo in cantiere molti progetti, ma le nostre priorità sono la riqualificazione funzionale della città e la costante attenzione per le fasce più deboli della cittadinanza. Per il 2022 ci auguriamo l’uscita definitiva dalla pandemia e dunque un ritorno in grande stile della nostra Tradizionale Infiorata”.

Alberto Bertucci Nemi
Alberto Bertucci: Sindaco di Nemi

“L’attività dell’Amministrazione Comunale anche in questo anno è stata molto proficua e sono stati conseguiti obiettivi prioritari per il paese di Nemi come l’avvio della raccolta differenziata porta a porta, l’apertura con il rifacimento del sentiero dello Speco di San Michele, il rifacimento del manto stradale di numerose strade del territorio, la valorizzazione di tutto il patrimonio turistico culturale come sottolineato dalle più importanti testate internazionali e altri numerosi progetti che sono stati già realizzati.  Sono in fase di realizzazione il restauro del Tempio di Diana finalizzato all’apertura al pubblico, l’ampliamento del cimitero comunale, la realizzazione del Centro Canoa Comunale e molteplici altre attività. Riscontriamo con immenso piacere che la qualità della vita nel nostro Comune si è decisamente innalzata migliorando i servizi ai cittadini, alle attività imprenditoriali del territorio, ma soprattutto ai più deboli; infatti continua la forte attività dei servizi sociali nel prestare supporto ai cittadini di Nemi attraverso il conferimento dei buoni spesa e assistenza domiciliare”.
Orlando Pocci Velletri
Orlando Pocci: Sindaco di Velletri

“L’augurio per il 2022 è quello di tornare ancora di più alla normalità nei rapporti sociali, rilanciando ogni e qualunque iniziativa per favorire la ripresa. Profonderemo il massimo impegno per ottenere quante più risorse economiche possibili dal PNRR per realizzare progetti materiali e immateriali e per favorire la riduzione di ogni divario, saranno necessari impegno e passione, doti che non mancano ai velletrani che coinvolgeremo attivamente in ognuna delle scelte che faremo, anche quelle più impegnative”.
Gianluca Staccoli  Ariccia
Gianluca Staccoli: Sindaco di Ariccia
“Ci auguriamo che si riesca finalmente a tornare ad una sempre maggiore normalità e che gli italiani possano ripartire nel miglior modo possibile. La nostra amministrazione ha intrapreso una serie di iniziative che intende portare avanti per il prossimo triennio. Nei mesi scorsi abbiamo dato il via ad una progettazione importante che riguarda i lavori pubblici, l’arredo urbano, il turismo, il sociale e tutti quegli ambiti che possono incidere in maniera significativa sulla vita dei nostri concittadini. Da gennaio questi progetti si trasformeranno in cantieri e iniziative per riuscire a portare a termine, entro fine mandato, gli obiettivi che ci siamo prefissati appena insediati”.
leggi anche
palazzo savelli
Attualità
Albano, 5 milioni per la rigenerazione urbana del centro storico. Andreassi: “Opere fondamentali”
Generico gennaio 2022
L'annuncio
Genzano esulta col Sindaco Zoccolotti: “In arrivo quasi 5 milioni per il Teatro Levi”. Si fa strada il Polo della Cultura
commenta