Quantcast
Discarica Albano, “inquinati” 2 pozzi di controllo: polemica sulle analisi Arpa - Castelli Notizie
Attualità

Discarica Albano, “inquinati” 2 pozzi di controllo: polemica sulle analisi Arpa

discarica albano aerea

Sono arrivati, nella giornata di ieri, e pubblicati sul sito istituzionale di Palazzo Savelli, i risultati delle verifiche di Arpa Lazio sui pozzi di controllo della discarica di Albano Laziale, ma si alza la polemica proprio sugli esiti analitici dei campioni acqua di falda, relativi al mese di novembre 2021. E’ l’Associazione Salute Ambiente Albano – che da mesi chiede la chiusura del sito di Roncigliano e il conseguente stop ai rifiuti di Roma -, a denunciare mediaticamente: “Le analisi Arpa sui pozzi (solo 4 su 11) interni alla discarica dell’11 novembre sono stati resi noti appena ieri e mostrano nuovamente la presenza in quantità significative di contaminazioni da Triclorometano, Floruri e Arsenico, ossia tre elementi chimici molto pericolosi per salute e ambiente. I pozzi contaminati sono quelli denominati tecnicamente D ed A. Appena dentro i limiti di legge le sostanze proibite rinvenute negli altri 2 pozzi sottoposti al campionamento dei tecnici regionali, ossia il B e F1bis”. Mentre “continuano a non essere controllati gli altri 7 pozzi, sebbene l’unico controllo effettuato a settembre su di essi abbia rilevato concentrazioni pericolose di inquinanti”, sottolineano ancora dalla associazione ambientalista.

Che, poi, si chiede, perché le autorità cittadine “non esercitino pressioni per controlli più estesi, più frequenti e con risultati più tempestivi. Sono gli unici strumenti – chiosano da Salute e Ambiente Albano – che possono oggettivamente dimostrare lo stato di cose attuale e alla luce della scadenza dell’ordinanza Raggi e di una sua possibile proroga. C’è bisogno di strumenti”. A dire la sua anche Marco Moresco, consigliere comunale di Albano Laziale: “Non sono stati sottoposti ai controlli dell’Arpa Lazio – attacca il consigliere comunale Marco Moresco – gli altri 7 pozzi attivi ed operativi all’interno dell’immondezzaio: L, G, N, H, I bis, E e C bis. Tutto ciò, nonostante questi pozzi (tranne il C bis) a settembre scorso sono risultati gravemente inquinati. Questo è un scandalo prima di tutto politico: dove sono difatti le autorità che dovrebbero intervenite? Poi è anche uno scandalo ambientale ed igienico-sanitario”.

leggi anche
Albano Marco Moresco
Attualità
Discarica di Albano, Moresco: “Analisi Arpa dimostrano inquinanti nei pozzi di controllo”
commenta