Quantcast
Righini: "Nell'Ospedale di Velletri infermieri lasciati soli tra pazienti intubati e casi Covid" - Castelli Notizie
Sanità

Righini: “Nell’Ospedale di Velletri infermieri lasciati soli tra pazienti intubati e casi Covid”

Velletri Righini Ospedale

Piove sul bagnato, è il caso di dirlo, nel già malandato Ospedale di Velletri, dove alla tempesta dei tanti reparti chiusi e mai riaperti, si stanno sommando gli effetti del Covid-19, che a quasi 2 anni di distanza dal suo arrivo non accenna ad allentare la sua morsa, mettendo a nudo – così come emerso anche ieri, con lo scandalo degli “sms sballati” tutte le lacune di una gestione sanitaria che, al netto degli aspetti positivi e dei proclami, fa acqua da più parti.

A denunciare quanto sta accadendo in questi giorni, mostrando tutta la sua preoccupazione per uno sfacelo che ha provato in ogni modo ad evitare, è ancora una volta il consigliere regionale di Fratelli d’Italia, Giancarlo Righini, che di recente ha presentato nell’Audizione della Commissione Sanità della Regione Lazio tutte le sue rimostranze per l’ulteriore chiusura di reparti nel nosocomio veliterno.

<<Il sindacato degli infermieri ‘Nursing Up’ – premette Righini – ha dipinto un quadro da “film horror”, con turni massacranti, carenza di personale all’acme, reparti ordinari convertiti in fretta e furia in aree Covid e sempre più infermieri infettati e costretti a rimanere a casa, mentre ad altri “viene chiesto di fare fino a 30 ore di straordinario e addirittura a coprire in una giornata posizioni in almeno due reparti diversi”. Dopo aver dipinto questo triste ‘quadretto’ della sanità laziale – continua Righini – il sindacato si è soffermato sull’Ospedale di Velletri, confermando che i proclami dell’assessorato regionale alla sanità non trovano alcun conforto con la realtà, a dispetto di quanto ripetuto anche dalla ASL Roma 6>>.

<<L’Ospedale di Velletri – evidenzia il consigliere regionale di Fratelli d’Italia – si trova nel caos di reparti ordinari trasformati in fretta e furia in reparti Covid, anche e soprattutto in virtù del progressivo ed inconcepibile taglio di posti letto, che va avanti ormai da anni. E’ il caso di Medicina d’urgenza, che da qualche giorno si è per forza di cose trasformata in Medicina Covid. Ma si resta basiti di fronte alla denuncia del Sindacato degli infermieri, che svela in tutta la sua drammaticità quanto sta avvenendo all’Ospedale “Colombo” e definisce il reparto come “ingestibile, visti i ricoveri, con un solo infermiere e un solo oss di turno, con il primo costretto anche a svolgere le funzioni del secondo”, in mezzo a “pazienti perplessi e disorientati”>>.

<<Tutto questo sta avvenendo nel silenzio generale dell’Amministrazione comunale e regionale e nel disorientamento di chi nel presidio ospedaliero stoicamente lavora. Proprio al personale medico e sanitario va tutta la nostra riconoscenza, perché è solo grazie al loro operato che l’Ospedale, pur se abbandonato dai vertici dell’azienda sanitaria, riesce ancora a garantire prestazioni>>.

<<A detta del sindacato Nursing Up – continua Giancarlo Righini – la situazione peggiore si trova nel “cosiddetto reparto di isolamento, dove ci sono già pazienti intubati e in gravi condizioni”. Ciononostante anche in questo reparto, vi è un solo infermiere e un Oss a chiamata e, cosa ancor più grave, gli infermieri lavorerebbero a contatto diretto coi pazienti infetti e “non hanno ancora confermato l’esistenza di test costanti e ricorrenti, finalizzati alla misurazione del livello anticorpale”, che il Sindacato ritiene assolutamente indispensabili, a tutela del personale infermieristico e della battaglia quotidiana contro la diffusione dei contagi. In un quadro del genere – conclude Righini – oltre ad esternare la mia solidarietà e gratitudine al personale che presta servizio all’interno dell’Ospedale di Velletri, rivolgo l’ennesimo appello al Sindaco e a chi in Regione e all’interno della ASL ha la possibilità di porre un freno a questo sfacelo senza fine, che come ho più volte evidenziato sta mettendo seriamente a rischio il diritto alle cure di decine di migliaia di persone”.

 

leggi anche
Giancarlo Righini Ospedale Velletri
Politica
Ospedale di Velletri, Righini (FdI) incalza sui reparti chiusi ma Mostarda fa melina e sorvola
Righini Ospedale Velletri
Politica
Punto Nascita Ospedale Velletri, in Regione bocciato l’Odg di Righini (FdI) per la sua riapertura
ospedale-velletri-manifestazione
FOCUS
“Così l’Ospedale di Velletri va verso la chiusura…”: le voci di chi combatte in sua difesa! Da Righini immediata richiesta di Audizione di Regione e ASL
righini questio time
Politica
Discarica di Albano, Giancarlo Righini (FdI): “Pieno sostegno al gruppo FdI in Città Metropolitana”
commenta