Quantcast
Nasce ai Castelli Romani il Gruppo terapeutico per pazienti post Covid - La psicologa Rosj Guido: "A confronto emozioni e vissuti" - Castelli Notizie
Salute & benessere

Nasce ai Castelli Romani il Gruppo terapeutico per pazienti post Covid – La psicologa Rosj Guido: “A confronto emozioni e vissuti”

Ai Castelli Romani è nato il progetto “Una mamma per le mamme”, dall’esperienza di Elena Albanese, mamma di due bambini e Presidente di DIASTASI DONNA® ODV che ad oggi sostiene 30.000 donne in tutta Italia.

Proprio dalla sua esperienza, dal suo istinto, dalla capacità di unire le persone e dalla voglia di aiutare le donne, per gioco è partito il progetto di AEventi. Alla base di tutto c’è la salute della donna: con medici e operatori sanitari il progetto vuole stare al fianco della donna e soprattutto della mamma. UN AIUTO a 360°!

Prevenzione e divulgazione su tematiche importanti per la donna, dal tumore al seno, alla fibromialgia, dai problemi sessuali alla menopausa e a tutte le problematiche post Covid-19.

Elena Albanese vuole essere il punto di riferimento della donna, per una visita, un consulto, un consiglio o anche solo per uno sfogo; Una mamma per le mamme, quindi, e la certezza che le sue professioniste sono con le donne SEMPRE!

Ad oggi il progetto è arrivato a Roma e Latina, mentre ai Castelli Romani, presso lo studio di Ariccia, in Via Appia Antica 22, potrete trovare le professioniste che hanno sposato il progetto.

Proprio dalla collaborazione tra Elena Albanese e la dottoressa Rosj Guido, psicologa e psicoterapeuta (già nota ai lettori di Castelli Notizie per la sua rubrica “Spunti di Psicologia”), nasce il primo gruppo terapeutico nella gestione della vita nell’era del Covid-19.

Al gruppo si accede per prenotazione e previo colloquio clinico con la dottoressa Guido (per informazioni: 06.85953421 – 340.9332030). Saranno previsti gruppi di massimo 10 persone, a tutela delle
norme di contenimento anti-Covid.

LA GESTIONE DEL “DISTURBO POST TRAUMATICO DA COVID” NEI SOGGETTI GUARITI FISICAMENTE: ANSIE – PAURE – PREOCCUPAZIONI

Perché un gruppo terapeutico in materia Covid? “Perché lo stress accumulato negli ultimi anni ha modificato stili di vita e stati emotivi – risponde la dottoressa Guido – portando alla manifestazione di disturbi e preoccupazioni limitanti le normali attività del quotidiano”.

“Il gruppo terapeutico si pone l’obiettivo di mettere a confronto emozioni e vissuti nell’ottica di un contenimento basato sulla comprensione empatica in un clima di totale assenza di giudizio. Attraverso il confronto è possibile riconoscere il proprio sentire nel vissuto dell’altro e sentirsi, grazie a questo, meno soli ed incompresi!”.

 

leggi anche
Generico gennaio 2022
Attualità
Pandemia e disagio giovanile, tra isolamento, sentimenti e sesso: “Ne risentono soprattutto le ragazzine”
commenta