Quantcast
Lariano - L'opposizione tuona: "Perché da noi niente tamponi gratuiti agli studenti? Servizio da attivare urgentemente" - Castelli Notizie
Politica

Lariano – L’opposizione tuona: “Perché da noi niente tamponi gratuiti agli studenti? Servizio da attivare urgentemente”

Generico gennaio 2022

In mattinata l’opposizione consiliare larianese ha depositato la richiesta di screening gratuito con tampone antigenico per tutti gli alunni per il rientro a scuola in sicurezza, attingendo a fondi messi a disposizione dallo Stato.

“Il testo – fanno sapere i consiglieri di minoranza – è stato protocollato stamattina poiché eravamo speranzosi e fiduciosi che l’attuale Amministrazione avrebbe messo in atto, come tutti i paesi limitrofi, interventi attui a mettere il più possibile in sicurezza il rientro a scuola. Ma come sempre il nostro Sindaco e la nostra Amministrazione (tutti compresi) si sono mostrati differenti e NON hanno messo in atto nessuna iniziativa per affrontare determinate situazioni, come sempre distante dai problemi reali dei cittadini”.

“Visto che il commissario straordinario ha stanziato dei fondi proprio per l’esecuzione dei test rapidi gratis, per l’attività di tracciamento dei contagi sulla popolazione scolastica delle scuole secondarie di primo e secondo grado e che la data del rientro a scuola previsto per il 10 gennaio coinvolge molti studenti e la scuola rappresenta un momento formativo e sociale estremamente importante nella vita secondo la nostra comunità, abbiamo chiesto urgentemente all’Amministrazione di adoperarsi per lo screening, prima o durante il rientro a scuola, con tamponi antigenici gratuiti”.

Il documento porta la firma dei consiglieri comunali di opposizione Romaggioli, Neri, Casagrande, Montecuollo, Verri e Cafarotti, che hanno concluso evidenziando la “necessità di ottemperare alle normative sanitaria per il contentimento del virus”, tenendo ben presente che “l’esecuzione dei tamponi rischia di rappresentare un onere economico insostenibile per molte famiglie”.

Più informazioni
commenta