Quantcast
Discarica di Albano, sabato Presidio “No Inc” sotto la Prefettura e la Città Metropolitana - Castelli Notizie
Attualità

Discarica di Albano, sabato Presidio “No Inc” sotto la Prefettura e la Città Metropolitana

discarica roncigliano

I Castelli Romani sono usciti con le ossa rotte e con l’umore sotto i tacchi immediatamente dopo aver appreso la volontà dell’attuale sindaco della Capitale e della Città Metropolitana di Roma Capitale, Roberto Gualtieri, di prorogare l’ordinanza dell’ex prima cittadina Virginia Raggi del luglio 2021 (in scadenza a inizio febbraio 2022, ndr), che prevede il conferimento dei rifiuti capitolini nella discarica di Albano Laziale. Un colpo amministrativo e istituzionale, quello di Roberto Gualtieri, che ha suscitato e sta suscitando reazioni ai Castelli Romani, anche tra associazioni e comitati cittadini che non si arrendono e affilano le armi della protesta. Come il “No Inc” che ha annunciato per sabato 15 gennaio 2022 a partire dalle ore 9,30, un presidio a Piazza SS Apostoli davanti alle sedi della Città Metropolitana di Roma Capitale e della Prefettura. Una manifestazione per non abbassare la guardia e chiedere a viva voce la chiusura del sito di Roncigliano e lo stop alla immondizia di Roma in quel di Albano Laziale.

“La dichiarata intenzione dell’attuale sindaco della Capitale e della Città Metropolitana di Roma di prorogare l’ordinanza Raggi del luglio 2021 fino alla prossima estate è uno schiaffo in faccia a ciascuna delle persone che, dopo aver pagato con la vita di tanti l’esistenza quarantennale della discarica di Albano, ora pagano l’incapacità storica dei sindaci di Roma a dotarsi di una decente raccolta porta a porta – sottolineano gli attivisti No Inc in una nota stampa sul proprio sito https://noinceneritorealbano.noblogs.org/ -. Il neo sindaco continua a inseguire il sogno di ripulire la città a spese di altre province, cavalcando una falsa transizione “eco” basata ancora una volta su buche, su mega digestori anaerobici e sul potenziamento del mostro fumante di S. Vittore. L’amichevole incontro con Gualtieri dei sindaci castellani, Borelli in testa, si è tramutato in una disfatta le cui premesse erano scritte nel comportamento rinunciatario del sindaco di Albano, che fino all’ultimo si è rifiutato di agire d’autorità imponendo la chiusura”.

leggi anche
discarica roncigliano
Attualità
Discarica Albano, residente commenta la proroga di Gualtieri: “Ignorata la nostra emergenza sanitaria”
commenta