Quantcast
Velletri - Tony Bruognolo e Giorgio Greci sul "terremoto" alla Fondarc: "Ennesimo fallimento dell'Amministrazione comunale" - Castelli Notizie
Politica

Velletri – Tony Bruognolo e Giorgio Greci sul “terremoto” alla Fondarc: “Ennesimo fallimento dell’Amministrazione comunale”

“Quella che si palesa ogni giorno di più dinanzi ai nostri occhi è una Velletri che non smette di cadere sempre più in basso, grazie ad un’azione politico amministrativa del tutto inconcludente ed evanescente”. Inizia così la disamina che il segretario della Lega nella provincia Roma Sud, Tony Bruognolo, e il capogruppo veliterno, Giorgio Greci, fanno di quanto sta accadendo nella città di Velletri, prendendo lo spunto dal terremoto interno alla Fondazione Partecipazione Arte e Cultura “Città di Velletri”, anche e soprattutto a seguito delle clamorose dimissioni del maestro Claudio Maria Micheli.

Tony Bruognolo e Giorgio Greci

Troviamo che, a prescindere dalle responsabilità e dalle eventuali mancanze di ciascuno, questo epilogo rappresenti l’ennesimo fallimento di un’Amministrazione comunale carente sotto ogni fronte e profilo. Le motivazioni addotte dall’ormai ex Direttore Artistico della Fondarc – continuano Bruognolo e Greci – inchiodano l’Amministrazione comunale alle sue responsabilità e sono lo specchio fedele di un’azione amministrativa del tutto lacunosa, in questo come in altri settori. Dalla cultura al commercio, passando per le politiche agricole e il turismo, la Giunta Pocci sta infatti tradendo uno dopo l’altra tutte le promesse fatte agli elettori più di 3 anni e mezzo fa, come confermato tutti i pezzi di maggioranza staccatisi da allora, ed oggi particolarmente critici nei confronti del ‘modus operandi’ degli ex alleati”.

“Chi fa un passo indietro rispetto al proprio incarico, lamentando l’assenza di promozione e sostegno alle attività culturali, nonché la mancanza di gioco di squadra, conferma che anche in questo settore la guida della città ha tradito le prerogative del proprio compito, con effetti deleteri per tutti i versanti amministrativi, nessuno escluso. Troviamo altresì grave, anzi gravissima, l’accusa di una scarsa partecipazione ai bandi regionali o ministeriali, mossa dal maestro Micheli, visto e considerato che è proprio quello lo strumento cui attingere per poter sopperire alle lacune di bilancio e garantire comunque alla città una programmazione all’altezza della sua storia. Finora un apporto di primissimo piano, nell’assicurare ai cittadini una programmazione culturale all’altezza, è stato garantito dalle iniziative private, tra tutte quella davvero lodevole di Velletri Libris, sotto l’egida della Mondadori, che merita il nostro plauso e la nostra gratitudine per aver saputo garantire un’offerta culturale di primo piano, dimostrando che in questa città si possono e si devono approntare iniziative culturali di qualità. Ma è chiaro a tutti che l’Amministrazione comunale può e deve far molto di più su questo fronte”.

“Arrivati a questo punto – continuano Tony Bruognolo e Giorgio Greci – palesiamo la nostra totale disponibilità ad un confronto con altre forze politiche e civiche della città, affinché si possa lavorare insieme ad una progettualità concreta, che contribuisca a restituire la speranza di un futuro all’altezza di una città che sconta l’assenza di una bussola amministrativa e che merita senz’altro di più del guado in cui l’Amministrazione Pocci l’ha costretta a stagnare”.

commenta