Quantcast
Frascati - L'immobile comunale di via Ferri verrà demolito e ricostruito. Stanziati oltre 15milioni di euro - Castelli Notizie
POLITICA

Frascati – L’immobile comunale di via Ferri verrà demolito e ricostruito. Stanziati oltre 15milioni di euro

via felice ferri frascati

Arrivano direttamente dalla Regione Lazio i 15.600.000 euro assegnati per la demolizione e ricostruzione dell’edificio di edilizia residenziale pubblica che si trova in via Felice Ferri e via Principe Amedeo. I fondi sono stati assegnati nell’ambito del bando inserito nel PNRR (Piano nazionale ripresa e resilienza) rivolto ai Comuni del Lazio, a cui gli uffici del Comune di Frascati avevano partecipato nei mesi scorsi.

Lo storico immobile di proprietà comunale si trova al centro di Frascati, nelle immediate vicinanze della Scuola Media già Nazario Sauro, oggi Massimo D’Azeglio, e del Cinema Politeama ed ospita da decenni numerosi alloggi popolari. Già inserito in passato nell’ambito di un più ampio piano di alienazioni patrimoniali mai andato a buon fine, forse l’immobile ERP potrebbe avere finalmente nuova vita. Il grande edificio, in molti lo ricorderanno, è stato più volte al centro delle cronache locali per episodi di occupazioni abusive e polemiche legate alle numerose lamentele dei residenti alle prese con la mancanza di interventi di manutenzione da parte del Comune. Infiltrazioni d’acqua, muffa, intonaco fatiscente e cornicioni pericolanti.

“Non avevamo dato la notizia di questo bando – commenta l’assessore ai Lavori Pubblici Claudio Cerroni raggiunto da Castelli Notizie – perché avevamo intenzione di procedere con gradualità nell’informare i cittadini che sentono parlare di fondi assegnati ma poi, di fatto, non vedono ancora fisicamente partire i lavori. Ho visto che la notizia dei fondi destinati alla riqualificazione delle piscine e del teatro aveva generato molte aspettative e volevo aspettare nel comunicare quest’altra assegnazione. Alla fine vedo che però le belle notizie, in un modo o nell’altro, riescono ad arrivare e quindi che dire? Innanzi tutto non posso che congratularmi ancora con l’ufficio tecnico che ha partecipato a tantissimi bandi riuscendo ad ottenere risorse importanti per la città e poi vorrei dire che grazie a questi fondi l’immobile comunale, che verrà demolito e ricostruito, potrà essere riqualificato dal punto di vista strutturale ed efficientato dal punto di vista energetico. Nell’investimento stesso si prevede anche la possibilità di allocare temporaneamente in moduli prefabbricati gli inquilini per il tempo di realizzazione dell’opera, che comunque non dovrebbe essere di lunga gestazione visto che è inserito nei fondi PNRR, che vanno rendicontati entro il 2026″.

Un lavoro importante e di non semplice gestione, che sicuramente graverà su un Ufficio Tecnico già depotenziato nell’organico. “Relativamente a questo – ha proseguito Cerroni – stiamo valutando se attraverso i fondi del PNRR c’è possibilità di assumere personale a tempo determinato proprio per espletare le procedure legate al finanziamento. È una possibilità che stiamo verificando proprio in questi giorni insieme ai dirigenti, e che oltretutto andrebbe in deroga al dissesto finanziario che dovremo dichiarare a breve. Sono comunque ottimista: il nostro ufficio lavora davvero bene e con grande senso di responsabilità; le risorse che abbiamo a disposizione spesso vanno oltre quello che è il loro dovere in senso stretto e questo non può che rendermi orgoglioso e fiducioso per la realizzazione dei numerosi progetti in cantiere”.

commenta