Quantcast
Albano, in arrivo la "cabina di regia" per cogliere le opportunità e la pioggia di soldi del Pnrr - Castelli Notizie
Attualità

Albano, in arrivo la “cabina di regia” per cogliere le opportunità e la pioggia di soldi del Pnrr

comune albano

Sempre più amministrazioni comunali sono coscienti dell’importanza dei soldi legati al Piano nazionale di Ripresa e Resilienza. E sono consapevoli che serve presentare progetti concreti, ben fatti, efficaci ed efficienti. Lo sanno bene anche in quel di Albano Laziale che già in queste settimane ha lavorato sulla programmazione Pnrr, ricevendo l’approvazione di finanziamenti milionari per alcuni importanti progetti legali alla vivibilità cittadina. Palazzo Savelli, però, ha voluto fare di più approvando una delibera di giunta che di fatto istituisce una sorta di cabina di regia, pronta a cogliere le opportunità fornite dal Piano Nazionale. “Una unità di progetto”, l’hanno chiamata dal Comune guidato dal primo cittadino Massimiliano Borelli e nasce “con la finalità di coordinare, gestire tutte le attività necessarie per cogliere tutte le opportunità offerte dal Pnrr”, si legge sulla delibera dell’esecutivo municipale.

Questa nuova struttura, avrà diversi compiti e numerose funzioni: analizzare il quadro normativo relativo al Pnrr; monitorare i bandi per l’assegnazione delle risorse e valutarne l’interesse dell’ente a partecipare; valutare e proporre lo sviluppo di sinergie con altri enti del territorio al fine di potenziare la capacità di intercettare i fondi e di gestire le risorse secondo gli standard prefissati; analizzare preventivamente con la Giunta tutti i temi di maggior rilievo al fine di sviluppare i progetti ritenuti di particolare interesse; predisporre le schede di progetti, in coerenza con gli obiettivi strategici del Pnrr e di Documenti di programmazione dell’Ente.

L’unità di progetto, inoltre, sarà composta dal Sindaco Borelli, dal Segretario Generale; dai Dirigenti dei Settori comunali competenti; dall’Ufficio Europa con compiti di segreteria e supporto dell’unità di progetto per le attività di monitoraggio e rendicontazione; dai dipendenti delle strutture di volta in volta individuati secondo competenze; e ci saranno anche collaboratori esterni all’Ente comunale appositamente individuati. Chiaramente nell’attività di monitoraggio, controllo concomitante e rendicontazione sarà coinvolto il Collegio dei Revisori dei Conti. Tra le altre importanti funzioni dell’unità di progetto, voluto da Palazzo Savelli, infine, anche quello di proporre lo sviluppo di sinergie con altri enti/istituzioni al fine di migliorare la progettualità, potenziare la capacità di intercettare i fondi e di rendere più efficiente la gestione delle risorse secondo gli standard prefissati.

leggi anche
Generico febbraio 2022
Politica
I Castelli Romani pronti ai milioni del PNRR. Ne parliamo con Volpi e Marini
commenta