Attualità

Castel Gandolfo, non solo Villa Andrea: porte aperte dei cittadini ai profughi ucraini

profughi ucraina

Non lascia ma raddoppia la rete di solidarietà per il popolo ucraino, che in queste settimane sta vivendo momenti di guerra, morte e terrore. Tante le famiglie che si separano con i mariti al fronte e moglie e bambini verso lidi più tranquilli e sicuri. Come è successo la settimana scorsa ai 35 tra mamme, bambini e non è ospitate a Villa Andrea, splendida location in quel di Castel Gandolfo. I cui cittadini, al contempo, continuano a fare la propria parte quanto a solidarietà e accoglienza: “Data la grande rete di solidarietà messa in atto dal nostro Paese – spiegano dal Comune di Castel Gandolfo -, sono molti i cittadini anche di Castel Gandolfo che stanno dando ospitalità a nuclei familiari o singoli cittadini che stanno fuggendo dal conflitto”.

Alla luce di tutto questo, il municipio spiega cosa fare se si da ospitalità ai cittadini ucraini in fuga dalla guerra: “Chi offre camere nella propria casa o un alloggio in un’altra casa di proprietà a cittadini ucraini deve, entro 48 ore, dare comunicazione alla Polizia Locale di Castel Gandolfo che a loro volta trasmetterà i dati alla Polizia di Stato”. I gandofini interessanti dunque possono scaricare il modulo sul sito del Comune: “Una volta compilato, allega i documenti di tutti i cittadini ucraini a cui stai dando ospitalità e invialo via email a: corpopl@comune.castelgandolfo.rm.it”. Oppure consegnarlo a mano in via Michelangelo, 4 nei giorni di martedì e giovedì: dalle ore 15.30 alle ore 17.30. In caso di necessità si può contattare la Polizia Locale di Castel Gandolfo allo 06.935918219 – 239

leggi anche
castel gandolfo villa andrea 1
Attualità
Castel Gandolfo – 35 tra mamme, nonne e bambini dall’Ucraina ospitati a Villa Andrea
commenta