Quantcast
Lariano - Tornano a splendere le fonti nel bosco grazie all'Associazione Ara di Norma - Castelli Notizie
Attualità

Lariano – Tornano a splendere le fonti nel bosco grazie all’Associazione Ara di Norma

Una valida dimostrazione di amore per il proprio paese, di dedizione e forte senso di comunità è quanto ha caratterizzato l’iniziativa dell’Associazione Ara di Norma, nella parte alta di Lariano, che sabato 26 febbraio ha inaugurato le fonti Pescara e Pescarella, dopo gli interventi di recupero funzionale messi in atto dai soci.

Si tratta di due fonti, distanti circa 200 metri luna dall’altra, che si trovano a ridosso del bosco, e che per anni sono rimaste nel più completo abbandono, in balia per giunta dei vandali, che avevano reso questi luoghi un triste scenario di incuria.

“Durante il periodo pandemico – ha detto il presidente Stefano Petrilli -, non abbiamo potuto svolgere le nostre attività consuete, come la caratteristica “Cellittata larianese”, ed è per questo che abbiamo deciso tutti insieme di adoperarci nel riqualificare una zona suggestiva del nostro territorio, che insiste su sentieri naturalistici di grande pregio e dalle grandi potenzialità”.

Per l’inaugurazione sono accorsi il sindaco ed altri esponenti dell’Amministrazione comunale, nonché il parroco per la benedizione. Gli interventi attuati hanno ridato dignità alle due fonti, con la sistemazione delle vasche, la pulizia della pavimentazione e della sorgente stessa. Sono stati inoltre realizzati nuovi arredi per la fruizione dell’area, nuove staccionate e cartellonistica riportante il nome delle fonti, lo stemma del Comune di Lariano e quello del Parco regionale dei Castelli Romani, così come quello del Comitato Ara di Norma che ne ha curato a sue spese la riqualificazione. E’ stata fatta, inoltre, anche una bonifica della zona da sporcizia e rifiuti abbandonati da mano incivili.

“Durante l’inaugurazione ho voluto porre all’attenzione dell’Amministrazione sulla necessità di tutelare e salvaguardare questi luoghi – ha aggiunto il presidente -. La pandemia ha avuto come risultato una riscoperta dei percorsi naturalistici e boschivi da parte di numerose persone, ed abbiamo il dovere di fare in modo che questi nostri bellissimi luoghi siano e restino ospitali”. L’associazione, dopo il bel lavoro effettuato alle fonti Pescara e Pescarella, per il quale ha ricevuto i ringraziamenti da parte dell’intera cittadinanza, sta già pensando a nuovi progetti. “Senza la possibilità di organizzare iniziative di autofinanziamento è complicato – ha concluso Petrilli -, ma stiamo già pensando di riqualificare anche altre zone del nostro territorio”.

Più informazioni
commenta