Quantcast
Monte Compatri - Scuole medie, D'Acuti: "Ascensore fermo e termosifoni spenti". Il Sindaco: "Al lavoro per risolvere il disagio" - Castelli Notizie
Politica

Monte Compatri – Scuole medie, D’Acuti: “Ascensore fermo e termosifoni spenti”. Il Sindaco: “Al lavoro per risolvere il disagio”

scuola media monte compatri

È giunta nella mattinata di oggi la denuncia del Consigliere di opposizione Fabio D’Acuti per i disservizi rilevati nella Scuola Secondaria di via Felici, nel centro urbano di Monte Compatri. Con un post sui social, l’ex sindaco e attuale esponente della minoranza di Nuovi Orizzonti ha interpellato direttamente il Sindaco Ferri, l’Assessore ai Lavori Pubblici, Antonio Martorelli, e la Consigliera con delega alla pubblica istruzione e servizi scolastici, Francesca Vinci, per chiedere che venga ripristinato il corretto funzionamento dell’ascensore e dei riscaldamenti negli edifici scolastici: “Alcuni bambini, con difficoltà ambulatorie, da oltre un mese hanno un aggravio ulteriore per esercitare il loro diritto allo studio – si legge nel post di D’Acuti – L’ascensore è fermo da oltre un mese, in minoranza si chiedevano progetti per abbattimento delle barriere architettoniche, oggi non si garantiscono servizi essenziali neanche dentro la scuola. Tutto questo, anche al freddo!”.

 

Un post che si chiude con l’incalzante richiesta di prendere provvedimenti: “Il sindaco, l’assessore ai lavori pubblici ed Il delegato alla scuola, qualora fossero interessati alla risoluzione del problema, possono recarsi in via felici 4”. Interpellato nel merito della vicenda, il Sindaco Francesco Ferri ha voluto rilasciare una dichiarazione per tranquillizzare l’opinione pubblica e rispondere direttamente all’opposizione: “A riguardo si sta già intervenendo e da giorni si sta lavorando a predisporre tutti gli atti utili a risolvere il disagio – ha rassicurato il primo cittadino – Non accettiamo lezioni amministrative da chi ha costruito un muro, quello di via Ciaffei, difforme, inguardabile e senza alcuna utilità per i cittadini, su cui oggi pende un decreto ingiuntivo di oltre 120 mila euro”.

 

Questa la risposta di Ferri che, oltre a garantire un intervento tempestivo per risolvere i disservizi negli stabili delle scuole medie denunciati dall’opposizione, ha voluto anche rispedire al mittente le critiche sull’amministrazione attuale, riaccendo i riflettori sul contestato Muro di Via Ciaffei realizzato più di un anno fa dalla Ditta D.F.C. Costruzioni Srl sotto la giunta D’Acuti. La risposta del Sindaco Ferri, infatti, richiama direttamente il Ricorso per Decreto Ingiuntivo n.R.G. 839/2022 promosso innanzi al Tribunale Civile di Velletri, che – come si evince dalla deliberazione di giunta comunale n. 46 del 17 marzo scorso – il Comune di Monte Compatri si è visto notificare il 25 febbraio 2022: per il mancato pagamento della fattura n.6/2021, il giudice ha ingiunto al Comune di pagare alla D.F.C. Costruzioni Srl “la somma di € 127.000,00, oltre interessi come richiesti e spese legali di procedura di ingiunzione”.

Una questione che si riapre e che non sembra destinata a risolversi in tempi brevi, a cui l’attuale amministrazione ha deciso di far fronte proponendo opposizione e nominando, con la stessa delibera sopra citata, un avvocato a difesa dell’Ente.

Più informazioni
commenta