Attualità

Rocca di Papa – Riparte il Progetto AVIS SCUOLA con le classi quinte di tutti gli Istituti scolastici rocchigiani

Dopo i due anni di stop dovuti alla pandemia, questa mattina, 6 Aprile, presso la sede dell’AVIS Comunale di Rocca di Papa, ha avuto nuovamente inizio il Progetto AVIS SCUOLA 2022.

Durante la mattinata di oggi, mercoledì 6 aprile, presso la sede dell’AVIS Comunale di Rocca di Papa, in via Campi d’Annibale 135, il presidente, Alessandro Guerrieri, il Segretario, Bruno Eleuteri, alcuni volontari e il personale medico hanno accolto gli alunni e le insegnanti delle classi quinte della Scuola Primaria, plesso Campi d’Annibale, dell’Istituto Comprensivo “Leonida Montanari” di Rocca di Papa.

Nel corso dell’incontro, il personale medico e i volontari hanno spiegato agli alunni lo scopo e il lavoro dell’Associazione, mostrando filmati e diapositive. Successivamente, sono stati accompagnati presso la sala prelievi, dove nelle giornate dedicate si svolgono le donazioni. Curiosi e interessati, gli alunni hanno partecipato all’incontro facendo domande e interagendo attivamente con i volontari.

Con questo primo incontro formativo, ha ripreso, così, il via un progetto caro all’Associazione e divenuto, prima della pandemia, quasi una consuetudine per gli alunni frequentanti l’ultima classe della scuola primaria di tutti gli istituti scolastici rocchigiani.

Il Progetto AVIS Scuola, organizzato dalla Sede Avis nei mesi di aprile a maggio, con il patrocinio gratuito del Comune di Rocca di Papa e la collaborazione del Dirigente Scolastico, Prof. Antonio Cavaliere, e della Direttrice dell’Istituto Paritario “Suore di Carità dell’Immacolata Concezione d’Ivrea”, Suor Simona Santoro, ha sempre riscosso enorme soddisfazione e compiacimento, sia da parte di tutti i volontari impegnati attivamente nello stesso sia degli insegnanti e, soprattutto, dei bambini, che partecipano come protagonisti indiscussi sempre con grande entusiasmo.

Dopo gli incontri formativi che quest’anno, a differenza delle edizioni precedenti, si svolgono scaglionati in diverse giornate – 6, 7 e 13 aprile – nella sede di Via Campi d’Annibale, coinvolgendo due classi quinte per volta, i ragazzi lavoreranno in classe con gli insegnanti. Con creatività e seguendo le proprie attitudini personali, gli alunni in queste settimane realizzeranno lavori come: cartelloni, disegni, foto, poesie, canzoni, racconti, con l’intento di spiegare l’importanza e il significato della “donazione di sangue”.

Alla base del Progetto c’è, infatti, la volontà di comunicare alle nuove generazioni proprio “il valore della donazione”, che nasce come atto di amore e consapevolezza verso gli altri, in una società dove spesso i valori fondamentali vengono accantonati, specialmente dai giovani.

Domani, giovedì 7 Aprile, sarà il turno degli alunni e degli insegnanti della classe quinta dell’Istituto Paritario “Suore di Carità dell’Immacolata Concezione d’Ivrea” e mercoledì 13 Aprile, toccherà a quelli delle classi quinte del plesso “Giardino degli Ulivi” e del “Centro Urbano”. L’incontro conclusivo, che vedrà l’esposizione e la presentazione di tutti i lavori, ci sarà alla fine di Maggio e, situazione Covid permettendo, tutti gli alunni delle quinte degli Istituti rocchigiani parteciperanno in un’unica giornata.

commenta