Quantcast
VELLETRI - 26^ Festa delle Camelie, riviviamola insieme - FOTO - Castelli Notizie
Eventi

VELLETRI – 26^ Festa delle Camelie, riviviamola insieme – FOTO

Il fine settimana veliterno del 9 e 10 aprile, dedicato alla Festa delle Camelie, ha trovato un' importante partecipazione tra la cittadinanza veliterna, oltre alle rappresentanze politiche e le associazioni del territorio

Il fine settimana veliterno del 9 e 10 aprile, dedicato alla Festa delle Camelie, ha ottenuto un’ importante partecipazione tra la cittadinanza veliterna, oltre alle rappresentanze politiche e le associazioni del territorio. Un’affluenza certo non paragonabile alla scorsa edizione, quella del 2019, prima dello scoppio della pandemia. Tuttavia, lo storico evento – organizzato dal Comune di Velletri in collaborazione con Pro Loco Velitrae e Fondarc – ha avuto il merito di accogliere nella cittadina dei Castelli Romani anche alcuni visitatori e rappresentanze folkloristiche provenienti dagli altri comuni limitrofi e fuori Regione. Presente il gruppo “Le Pungenelle” del comune abbruzzese di Castiglione Messer Marino.

Una festa semplice, dedicata a questo delicato fiore dalle origini orientali – la camelia – che ha trovato terreno fertile nelle campagne della città. Un appuntamento gradito, nel solco della cultura del territorio tra canti e balli popolari, musici itineranti, spettacoli dal vivo, laboratori di arte pittorica e artigianale, i quali hanno di nuovo reso protagonista il centro storico cittadino.

Bello vedere piazza Cairoli tappezzata da un manto di petali colorati grazie alle composizioni floreali di Cinzia Fiori e agli stand delle aziende florovivaistiche e di altri prodotti artigianali. Altresì suggestiva piazza Mazzini, più raccolta, ma all’insegna dell’intrattenimento culturale e artistico per bambini e adulti. Da contorno, tante altre tappe:  la Casa delle Culture e della Musica, Villa Ginnetti e Galleria Ginnetti, Piazzale Donatori del Sangue, Via del Comune, il Polo espositivo Juana Romani di Via Luigi Novelli e zona San Martino.

Una boccata d’aria per le tante famiglie che hanno scelto di trascorrere una parte della soleggiata domenica delle Palme concedendosi una passeggiata nelle vie del centro, nel piacevole tepore primaverile, all’insegna del verde e delle tradizioni del proprio territorio. Un’occasione per molti per poter distogliere  il pensiero – anche solo per qualche ora – dagli impegni quotidiani e dalle terribili immagini che giungono dalla guerra in Ucraina.

L’inaugurazione nella giornata di Sabato 9 aprile

Nella mattinata di sabato 9 aprile il via alla festa con l’inaugurazione presso la Casa delle culture e della Musica, a cui ha fatto subito seguito l’apertura della mostra d’arte curata dall’avv. Mammucari. Presenti alla cerimonia inaugurale il sindaco Orlando Pocci, il consigliere delegato al centro storico Mauro Leoni, il vicesindaco di Città Metropolitana Pierluigi Sanna, la Consigliera regionale Eleonora Mattia e i sindaci di Genzano, Carlo Zoccolotti, e di Albano, Massimiliano Borrelli. Tra le autorità anche le rappresentanze delle forze dell’ordine assieme alle associazioni e ai gruppi artistici del territorio (Velester, Sbandieratori e Musici di Velletri e il Cerchio Danzante) formati anche dai più piccoli che hanno intrattenuto i visitatori con balli e musiche del territorio veliterno. Dopo il taglio del nastro e la piantumazione di due alberi di camelia simbolici nel giardino della Casa delle Culture – a cui hanno contribuito nel “passaggio di pala” tutte le autorità compreso il vescovo mons. Vincenzo Apicella, ha fatto seguito un corteo in partenza da piazza Trento e Trieste fino ad arrivare a piazza Cairoli per l’apertura del cantiere della fontana ristrutturata (qui la Photogallery e il video).

La festa è poi proseguita  nelle strade e nelle piazze principali del centro storico con un ricco programma di eventi e iniziative tra esposizioni pittoriche e artigianali, laboratori artistici, esibizioni musicali, danza e folklore, intrattenimento per bambini e degustazioni enogastronomiche da piazza Cairoli fino a piazza Mazzini passando per Villa Ginnetti e Galleria Ginnetti, Piazzale Donatori del Sangue, Via del Comune, il Polo espositivo Juana Romani di Via Luigi Novelli (mostra al museo Luigi Magni e Lucia Mirisola sui set cinematografici di 2 famosi film con Ugo Tognazzi)  e zona San Martino. Non è mancata la partecipazione dei ragazzi di alcune scuole della città. Tra queste la Scuola secondaria Clemente Cardinali e l’Istituto superiore Alberghiero Velletri I.P.S.S.A.R Ugo Tognazzi.

Domenica 10 aprile

Nella mattinata di domenica 10 aprile si sono tenute diverse importanti iniziative che hanno spuntato di verde le caselle del programma festivo. In mattinata, presso la Casa Delle Culture E Della Musica, il Convegno scientifico sulle origini e la valorizzazione della camelia nel territorio veliterno, alla presenza dell’agronomo Dott. Daniele Bosi, Prof. Aldo Cobianchi delegato Società Italiana della Camelia, dott. Lauro Marchetti direttore e curatore del Giardino di Ninfa, dott. Enrico Scianca del Vivaio Le Camelie del Generale.

In piazza Cairoli – ai piedi di Torre del Trivio – l’annullo del primo francobollo postale commemorativo del regista Ugo Tognazzi, a cui erano presenti la sua famiglia (Maria Sole, Riky e Gianmarco Tognazzi) , il sindaco Orlando Pocci e il consigliere delegato Mauro Leoni. Poco prima lo splendido concerto della Banda “Città di velletri U. Cavola” diretto da Coline Marie Orliac sulle note di importanti colonne sonore del cinema (vedi il video).

Infine, a chiusura della 26ª Festa delle Camelie della Città di Velletri, il concerto di musica classica presso l’Auditorium Casa Delle Culture e Della Musica.

Velletri – Ecco perché la Camelia fiorisce così bene nella campagna veliterna. Lo spiega Enrico Sciana (Le Camelie del Generale)

Più informazioni
commenta