Quantcast
Zagarolo - Un bosco per la legalità, tanti studenti hanno piantato l'"Albero di Falcone" - Castelli Notizie
Attualità

Zagarolo – Un bosco per la legalità, tanti studenti hanno piantato l'”Albero di Falcone”

Oggi, mercoledì 13 aprile, gli studenti dell’Istituto Comprensivo di Zagarolo hanno partecipato al progetto “Un albero per il futuro”, piantando “l’Albero di Falcone”, simbolo della lotta alle mafie.
“Un Albero per il futuro”, il progetto promosso dal Ministero della Transizione Ecologica, prevede la piantumazione nelle scuole italiane circa 500 mila piantine, ricavate dai semi del famoso albero di fico che cresce nei pressi dell’abitazione del giudice Giovanni Falcone, vittima della mafia.
L’iniziativa supporta contemporaneamente l’educazione alla salvaguardia ambientale, ai cambiamenti climatici e alla conservazione ambientale. Inoltre, l’Albero di Falcone sensibilizza i giovani sul tema della legalità e della lotta alla mafia. Gli alberi, piantati per diffondere un messaggio di impegno sociale e rispetto per l’ambiente, saranno geolocalizzati e visibili su una mappa digitale, la quale individuerà tutti i siti in cui sono stati piantati gli alberi in Italia, tra cui Zagarolo.
Erano presenti all’evento il Sindaco di Zagarolo, Emanuela Panzironi, il Comando dei Carabinieri Unità Forestali Ambientali e Agroalimentari – Raggruppamento Biodiversità -, l’Ufficio Ambiente del Comune di Zagarolo e Bernardo Donfrancesco, concittadino e Segretario nazionale dell’associazione forestale.
“Gli studenti di Zagarolo delle scuole Colle dei Frati, De Amicis e Albio Tibullo, oggi hanno contribuito con entusiasmo alla realizzazione del grande bosco diffuso della legalità di Zagarolo, unendosi a tante altre scuole italiane che hanno già piantato circa 20 mila alberi – spiega il Sindaco di Zagarolo, Emanuela Panzironi. – Un ringraziamento va alla Dirigente scolastica e alle insegnanti dell’Istituto Comprensivo di Zagarolo che hanno coinvolto i nostri ragazzi in questa straordinaria iniziativa, dimostrando l’impegno e la costante attenzione verso i temi della legalità e del rispetto dell’ambiente, e al Comando dei Carabinieri Forestali per le lezioni sul verde, biodiversità e sostenibilità che quest’oggi hanno impartito ai nostri studenti”.
Queste le tipologie di alberi consegnati all’I.C.Z: per il plesso Colle dei Frati una sughera, un leccio e un alloro; per l’Albio Tibullo un mirto; per la De Amicis un leccio.
Per saperne di più sul progetto e per seguire sulla mappa i progressi del bosco diffuso, cliccare al seguente link: https://unalberoperilfuturo.rgpbio.it/
commenta