Quantcast
Rocca di Papa - Flash mob per la Pace dell'Istituto delle Suore d’Ivrea in piazza della Repubblica - Castelli Notizie
Attualità

Rocca di Papa – Flash mob per la Pace dell’Istituto delle Suore d’Ivrea in piazza della Repubblica

Ancora un Flash Mob per la PACE ai Castelli Romani. Questa mattina, mercoledì 13 aprile, a Rocca di Papa, gli alunni dell’Istituto Paritario “Suore di Carità dell’Immacolata Concezione d’Ivrea” sono scesi in piazza della Repubblica. Alla manifestazione presenti anche il Sindaco Veronica Cimino e l'assessora Lorena Gatta

Durante la mattinata di oggi, 13 aprile, anche a Rocca di Papa, come già accaduto nei giorni scorsi in diverse cittadine dei Castelli Romani e in altre scuole rocchigiane, è stato organizzato un emozionante e colorato Flash Mob per la pace dal titolo: “Pace Pace questo mi Piace”. A scendere in piazza, questa volta, sono stati gli alunni di due sezioni della Scuola dell’Infanzia e cinque classi della Primaria dell’Istituto Paritario “Suore di Carità dell’Immacolata Concezione d’Ivrea”, i quali, indossando maglie variopinte con i colori simbolo della bandiera della pace, si sono radunati nel piazzale davanti alla fontana di Piazza della Repubblica, dove insieme agli insegnanti hanno intonato canti e mostrato cartelloni con disegni e slogan a tema.

“Un Flash Mob nato e organizzato – come ha spiegato, durante la presentazione, la Direttrice dell’Istituto, Suor Simona Santorodall’esigenza di fare comprendere ai bambini l’importanza del tema della pace, in questo momento delicato del conflitto tra Ucraina e Russia”. “A scuola insegniamo tante cose agli alunni come: cittadinanza attiva, ecologia, educazione civica… Ora è il momento di parlare e discutere con loro anche e, soprattutto, della pace!”. “In queste settimane, Suor Simona ha così delineato – dopo avere invitato i bambini a riflettere su questo tema, con gli insegnanti abbiamo deciso di organizzare una manifestazione proprio sul nostro territorio”. “Invece di realizzarla a scuola, nel nostro piccolo cortile, abbiamo scelto di farlo qui in piazza, perché la piazza è una scuola aperta, un’aula a cielo aperto e lanciare così il nostro messaggio a tutti i cittadini”.

Sempre la Direttrice, Suor Simona, dopo avere ringraziato il Sindaco, Veronica Cimino, e l’Assessore alle Politiche Sociali, Lorena Gatta, presenti alla manifestazione, e tutti gli organizzatori che hanno permesso di allestire l’audio e le riprese, ha sottolineato: “La peculiarità di lavorare in rete e in sinergia, perché anche i bambini devono vivere il territorio ed attivarsi a divenire cittadini attivi”. Suor Simona ha, poi, lasciato la parola ai protagonisti della mattinata: i bambini.
Gli alunni, così, con disinvoltura, occhi pieni di gioia e sorrisi sul volto, e i più piccoli un poco emozionati, hanno danzato e cantato per la pace un testo a loro caro, “Pace Pace Mille Patate”.

Le loro voci sommesse si sono unite in coro e tutte insieme hanno gridato a squarciagola, seguendo le note musicali: “LA GUERRA FA MALE E DITRUGGE LE COSE, COME LA RABBIA CHE SCHIACCIA LE ROSE, SANGUE BOMBE E TANTI CANNONI, SULLA GENTE E LE RELIGIONI. NON HO BISOGNO DI UN MONDO MALATO, IO SONO UN BAMBINO E NON UN SOLDATO! ENON MI IMPORTA CHIUNQUE VOI SIATE PACE PACE MILLE PATATE! E DICO BASTA A TUTTI I POTENTI USATE LA FORZA DEL VOSTRO CUORE…”.

E divertiti, quasi come fossero a un concerto, nei loro volti, la trepidazione di esserne i protagonisti, hanno proclamato con chiarezza e semplicità i loro slogan contro la guerra e hanno urlato ai Grandi della terra il loro NO e invocato la cessazione di un conflitto tanto doloroso, quanto assurdo. Non sono mancati momenti di pacata commozione, come quando i genitori e i passanti, tutti intorno agli alunni, hanno innalzato al cielo tanti fazzoletti bianchi come auspicio della fine della guerra.

Davvero tanti e originali, inoltre, i fogli colorati con la rappresentazione di messaggi, disegni e filastrocche che gli alunni nei giorni passati hanno realizzato in classe e oggi hanno affisso e presentato con orgoglio in piazza della Repubblica. Momenti ricchi di significato, a cui hanno partecipato anche i genitori e molti cittadini, tutti custodendo la speranza che queste voci fioche di bambini possano risuonare nel cuore di tutti e smuovere anche i Potenti a dire i loro NO ALLA GUERRA SEMPRE!

commenta