Quantcast
Lariano - Un Consiglio sul Bilancio "pieno di ipocrisia": così la politica larianese si avvicina alle Comunali del 12 giugno - Castelli Notizie
Politica

Lariano – Un Consiglio sul Bilancio “pieno di ipocrisia”: così la politica larianese si avvicina alle Comunali del 12 giugno

Generico aprile 2022

Una seduta consiliare ancora una volta “smart” a Lariano, quella che si è svolta ieri pomeriggio e che in un’ora ha licenziato l’importante approvazione del tanto atteso Bilancio di previsione. Una seduta che si è aperta, in maniera singolare, con l’invito del consigliere Leonardo Caliciotti ad un minuto di silenzio per le famiglie che a causa della guerra non potranno vivere la Pasqua coi propri cari e non, come prevedibile, sulle prevedibili comunicazioni ufficiali in merito agli ultimi spostamenti avvenuti tra maggioranza e opposizione di assessori e consiglieri (LEGGI). Nessuno lo ha fatto e ancor più nessuno, ancora una volta stranamente, ha chiesto spiegazioni in merito, tanto che anche i recenti collocamenti nelle coalizioni che vanno formandosi sono passati sotto silenzio (il Presidente del Consiglio comunale, Maurizio Mattacchioni, si è infatti di recente presentato insieme all’attuale consigliere di opposizione, e candidato sindaco, Francesco Montecuollo).

Ricordiamo che lo scorso Consiglio comunale l’assessore e vicesindaco Claudio Crocetta, candidatosi a Sindaco alle prossime amministrative del 12 giugno, aveva comunicato le sue dimissioni proprio ad inizio seduta, prendendo posto tra i banchi dei consiglieri, lui che, si mormora, avrà comunque il sostegno di buona parte dell’attuale maggioranza nella campagna elettorale. “Un gesto di responsabilità e rispetto per le istituzioni”, così come lo aveva dipinto il protagonista, che evidentemente non ha trovato un seguito neppure nell’assessore Fabrizio Ferrante Carrante, un altro degli amministratori che viene dato ormai nel gruppo del candidato sindaco espressione di gran parte dell’opposizione consiliare.

Se era lecito aspettarsi un Consiglio fiume, in vista del rinnovo elettorale, le attese sono state smentite: piuttosto veloce la discussione nonostante il tema, per il quale, lo ricordiamo, i consiglieri hanno addirittura il doppio del tempo per i loro interventi. Il Bilancio è stato presentato dal sindaco uscente Maurizio Caliciotti, il quale ha lodato l’operato della sua gestione, sottolineando che il documento rispetta i parametri di controllo, pur tra le tante difficoltà degli ultimi anni. “Nell’ultimo anno è diminuito ancora il disavanzo di gestione – ha detto Caliciotti con orgoglio -, segno di un’attenta gestione alla quale spero ci si possa ispirare nel futuro”.

La consigliera Sabrina Verri è poi intervenuta anticipando brevemente il proprio voto contrario. La consigliera Ilaria Neri, annunciando il voto positivo, ha invece sottolineato positivamente il grande lavoro fatto per ottenere i fondi del PNRR, lodando al contempo gli uffici, con una nota dolente – almeno una – del mancato coinvolgimento della minoranza.

Più duro il consigliere Francesco Montecuollo, candidato a Sindaco, che ha etichettato come “un copia in colla poco credibile” il Dup, Documento unico di programmazione, ed il bilancio che ne scaturisce.

“Sono orgogliosa di questo bilancio e dei tanti fondi che stanno per arrivare  – ha detto l’assessora Lorena Starnoni -. Una tale occasione non si era mai verificata prima e spero che la prossima amministrazione porti a termine tutto ciò che è stato previsto”.

“L’amministrazione di cui io stesso ho fatto parte, lavorando intensamente proprio alla stesura dei documenti di programmazione economica, ha sempre costruito un bilancio coerente alle risorse disponibili – ha dichiarato Claudio Crocetta -; questo è un momento importante per tutta la comunità di Lariano che andrà a costituire uno sviluppo importante per il comune su varie tematiche, sport, sociale, grazie ai tanti progetti redatti e finanziati, non solo grazie al PNRR ma anche coi bandi regionali e non solo”.

“Abbiamo realizzato in questi dieci anni molto più di quanto avevamo detto – ha ribadito il sindaco Caliciotti -. Abbiamo costruito una macchina amministrativa funzionante, per riparare agli errori delle passate gestioni, e questo è visibile nella nostra viabilità, nel verde, nelle scuole e nella nostra sanità, grazie alla Casa della Comunità che verrà realizzata a via Tevere e per la quale ci sarà la firma a breve, con lo stanziamento da parte dell’Asl Roma 6 di ulteriori 800mila euro, per un totale di 5 milioni stanziati. Il rammarico è quello di non aver mai potuto avere un confronto sereno e costruttivo con la minoranza. Spero di essere in Consiglio in futuro per vedere i frutti di quanto fatto” ha concluso Caliciotti, confermando ancora una volta la sua presenza alle prossime elezioni comunali, per le quali è a questo punto più che prevedibile che rappresenterà un sostegno al suo ex vicesindaco, che nei suoi desiderata potrà garantire la continuità amministrativa da lui tanto auspicata.

Non sono tuttavia mancati momenti di tensione a queste parole, soprattutto per le critiche riferite alle passate gestioni, da parte dei consiglieri di minoranza, mentre i ringraziamenti del Primo cittadino sono andati non solo al suo gruppo ma anche agli apprezzamenti ricevuti da Ilaria Neri e Claudio Crocetta, sebbene seduti sui banchi della minoranza.

“Un consiglio pieno di ipocrisia”, così l’ha definito il presidente del Consiglio Maurizio Mattacchioni, che ha così voluto prendere a suo modo le distanze dalla maggioranza di cui fa parte e che, evidentemente, non sente più sua. In questo clima di confusione e veti incrociati a fare chiarezza, tra poco meno di 2 mesi, sarà il voto dei cittadini. Nel frattempo, però, i protagonisti avranno sicuramente modo di rendere più chiare scelte e strategie, confrontando aspirazioni e programmi, passandoli al vaglio del consenso popolare.

Generico aprile 2022
Generico aprile 2022

 

 

Più informazioni
commenta