Quantcast
Lite e botte nella scuola di Anzio: 25 giorni di prognosi per la 13enne di origini argentine - Castelli Notizie
Cronaca

Lite e botte nella scuola di Anzio: 25 giorni di prognosi per la 13enne di origini argentine

Sono stati identificati e segnalati all'autorità giudiziaria i quattro minorenni che hanno aggredito, ferendola, una 13enne in una scuola di Anzio. Si tratta di tre coetanee della vittima e di una ragazzo di età superiore ai 14 anni, unico imputabile. Il reato ipotizzato è di lesioni personali in concorso.

Generico aprile 2022

Sono stati identificati e segnalati all’autorità giudiziaria i quattro minorenni che hanno aggredito, ferendola, una 13enne in una scuola di Anzio. Si tratta di tre coetanee della vittima e di una ragazzo di età superiore ai 14 anni, unico imputabile. Il reato ipotizzato è di lesioni personali in concorso.

In base a quanto si apprende, inoltre, le tre ragazzine avrebbero presentato una querela nei confronti della loro compagna di scuola allegando dei referti medici per ferite guaribili sotto i dieci giorni. La vittima, intanto, è stata ricoverata per la frattura del setto nasale nel reparto otorinolaringoiatria dell’Ospedale di Anzio con una prognosi di 25 giorni.

L’Ufficio scolastico regionale ha chiesto una relazione alla scuola sulla vicenda avvenuta in una scuola media di Anzio, in cui la ragazzina è stata aggredita nel corso della lezione di ginnastica da alcuni compagni. Lo rende noto il ministero dell’Istruzione.

C’è anche l’ipotesi di un movente razzista dietro l’aggressione subita dalla 13enne, che durante l’aggressione sarebbe stata apostrofata con l’epiteto ”Argentina di m…a” . A gridarle l’offesa è stato il ‘branco’ di tre ragazzine e un ragazzino che l’hanno colpita a calci e pugni, fratturandole il naso. 

Sulla vicenda indagano i carabinieri che stanno accertando anche eventuali responsabilità dell’istituto scolastico: al momento dell’aggressione, infatti, sembra che l’insegnante non si trovasse nella palestra dove si stava svolgendo la lezione di ginnastica.
La giovane, infatti, per molti anni ha vissuto con famiglia in Sudamerica e solo di recente è tornata in Italia.

Solidarietà alla studentessa e alla famiglia, espressa dalla presidente della IX Commissione regionale scuola, lavoro, formazione, giovani e pari opportunità,  Eleonora Mattia, che in una nota ha dichiarato: “Solidarietà alla studentessa di Anzio aggredita dal branco nella scuola media nella Provincia di Roma. Bene la tempestiva denuncia ai carabinieri presentata dalla famiglia e la vicinanza dell’Istituto nei confronti della minorenne. Come Istituzioni ribadiamo ferma condanna per il vile attacco di bullismo – per giunta con presunto movente razzista – e massima solidarietà alla ragazza 13enne aggredita. La scuola deve essere uno spazio sicuro e di tolleranza, non sono accettabili violenza e discriminazioni. Si faccia presto luce su quanto accaduto” .

 

Più informazioni
leggi anche
marco silvestroni
Cronaca
Anzio, 13enne picchiata a scuola. Solidarietà da Silvestroni (FdI)
commenta