Quantcast
Ciampino, Daniela Ballico si (ri)presenta: "Ripartiremo e finiremo i nostri progetti!" - Castelli Notizie
Politica

Ciampino, Daniela Ballico si (ri)presenta: “Ripartiremo e finiremo i nostri progetti!”

Al Fat Max 2.0, ristopub, hamburgeria e birreria di via Dalmazia, Daniela Ballico ha presentato ufficialmente la sua ricandidatura a sindaco di Ciampino e le liste che la sosterranno nella prossima tornata elettorale: Fratelli d’Italia, Lega, Forza Italia, Merita di + e IGDO Pubblico.

Nel corso dell’evento sono intervenuti diversi esponenti politici: Adriano Palozzi, consigliere regionale ed esponente di Italia al Centro; Marco Di Stefano, di Unione di Centro; Nicola Di Matteo, coordinatore nazionale del Popolo della Famiglia; Francesco Patamia, presidente del Partito degli Europei e dei Liberali; Marco Silvestroni, deputato parlamentare di Fratelli d’Italia; il consigliere regionale Giancarlo Righini; la consigliera regionale Roberta Angelilli; il consigliere regionale Massimiliano Maselli; Luciano Ciocchetti, ex vicepresidente della Regione Lazio; la consigliera regionale Laura Corrotti.

Tutti hanno sottolineato, nei loro interventi, le qualità umane di Daniela Ballico e il suo impegno da sindaco, con tanti progetti per l’immediato e per il futuro nel corso dei suoi due anni e due mesi di amministrazione: tanto, infatti, è durato il suo mandato, interrotto bruscamente a causa della scelta di alcuni consiglieri di porvi fine anzitempo dando le dimissioni.

Subito dopo è stata la volta dei coordinatori delle liste che supportano la nuova candidatura del sindaco uscente.

“Il tradimento che abbiamo subito ha il suo lato positivo – ha esordito Massimo Balmas (Lega), ex presidente del Consiglio comunale -, perché Daniela Ballico potrà candidarsi ora e anche tra 5 anni. E se vinceremo sia oggi che nel 2027, gli altri li rivedremo nel 2032: significa che avremo tempo per realizzare tutti i nostri progetti e risollevare Ciampino dalle condizioni in cui l’ha ridotta il PD. Abbiamo una lista di gente brava e nuova, che vuole dare il suo contributo e aiutare Daniela a realizzare il suo programma. Noi ci siamo”.

“Coordino orgogliosamente una lista che già 3 anni fa aveva raggiunto un grande successo – ha aggiunto Anna Rita Contestabile (Merita di +), ex assessore alla Pubblica Istruzione, che ha ricordato i progetti iniziati e quelli conclusi per le scuole del territorio -. Abbiamo un gruppo di persone che appartengono alla realtà ciampinese e che vanno dal pensionato al neolaureato, dall’imprenditore al libero professionista, tutti uniti dalla volontà di fare il bene di Ciampino. Non so perché qualcuno abbia voluto mandarci a casa, ma sono sicura che i cittadini sapranno scegliere nuovamente e che non potranno scegliere un candidato sindaco che non sia Daniela Ballico”.

“L’IGDO è un progetto di città: senza l’IGDO è impossibile immaginare la Ciampino che verrà – così Francesco Smedile (IGDO Pubblico), ex segretario del Comune di Ciampino -. Gente che ha amministrato Ciampino prima di noi l’ha distrutta, facendo un’iradiddìo, mentre altri che hanno visto che stavamo lavorando bene hanno fatto di tutto per mandarci a casa. E sull’IGDO pubblico, qualcuno vada a dire a Porchetta che a suo tempo aveva votato contro…”.

“Va detto chiaramente che non siamo caduti sul bilancio – ha detto Massimo Ricciardi (Fratelli d’Italia) -, per il quale abbiamo avuto come assessore un’esperta commercialista come Flaminia Bottacchiari. A proposito, su questo abbiamo interrotto un’usanza ventennale della sinistra, che dava l’incarico di assessore al Bilancio a geometri, e abbiamo messo fine al degrado del centrosinistra che io stesso, da vecchio ciampinese, ho visto per anni giorno dopo giorno. Con l’amministrazione Ballico si è pensato al bene della città, cosa a cui prima non si guardava, e si sono iniziati a vedere i risultati, con un sindaco che fino a tarda sera lavorava in Comune per amore della città. Io sono convinto che Daniela Ballico, Fratelli d’Italia e tutte le liste abbiano Ciampino nel cuore e che vinceremo”.

“La nostra fiducia nei confronti di Daniela Ballico è incondizionata – ha concluso Aurelio Monaco (Forza Italia) insieme a Emanuela Galipò (UdC) -. Con lei si sono visti notevoli cambiamenti e sono sicuro che vinceremo addirittura al primo turno, perché è una persona stupenda, determinata e sempre disponibile. Tanti progetti sono stati realizzati, tanti altri ancora saranno realizzati, tra cui l’ospedale di comunità, che sarebbe un servizio ottimo per i cittadini”.

“La sinistra a Ciampino è stata sempre forte, ma oggi è spaccatissima e ce ne sono addirittura due – ha iniziato così il suo discorso Daniela Ballico -. Tre anni fa abbiamo convinto tante persone a votare per il nostro progetto e sono convinta che sarà così anche stavolta, nonostante quello che viene scritto sui social e anche da una parte della stampa. Qualche errore, sicuramente, sarà stato fatto, ma c’è stato anche un tradimento nei confronti degli elettori, da parte di alcuni consiglieri, senza motivazioni valide, visto che non hanno detto nulla in Consiglio né hanno presentato alcuna mozione di sfiducia”.

“In soli due anni – ha aggiunto – abbiamo ripianato il debito e lasciato 10 milioni in cassa, giusto per rispondere a chi ancora dice che siamo caduti per il bilancio. Inoltre, non abbiamo aumentato le tasse né tagliato i servizi ai cittadini, ma abbiamo speso bene e in maniera oculata, cercando anche di fare eventi e feste per togliere a Ciampino l’etichetta di ‘città dormitorio'”.

“Per il futuro ci batteremo per avere a Ciampino un ospedale di comunità e per tanti progetti, che esporremo in altri incontri e che già avevamo pronti e, se qualcuno non ci avesse mandato a casa, avremmo in parte già realizzato. Il nostro sarà un programma di fatti, non di ‘Un’idea al giorno’, come quelli di altri, che sono solo enunciazioni di principi senza una base. E non venderemo nulla, cosa di cui veniamo accusati: ci sono investitori privati che investono su Ciampino ed è giusto che abbiano in gestione degli spazi per alcuni anni, ma questo significa ridare ai cittadini la fruibilità di luoghi abbandonati e chiusi, come la cantina sociale, chiusa dal 2006”.

“Noi avremo: un piano parcheggi; il nuovo teatro, già convenzionato da noi e che non serve che sia finito dal PD, come la candidata Colella va a raccontare; la nuova biblioteca; l’ampliamento del ponte di via Mura dei Francesi, per il quale abbiamo ottenuto un finanziamento di 5 milioni dal Ministero degli Interni; il sottopasso di via dei Laghi con il superamento del passaggio a livello di Casabianca; migliorie ulteriori per le scuole; la fibra ottica in tutte le case; il masterplan; una nuova illuminazione pubblica; le biovie; un nuovo piano antenne”.

“Anche se io non sono ciampinese – ha concluso Daniela Ballico -, spero che vi arrivi davvero tutto l’amore che ho per questa città. Vi abbraccio tutti!”.

leggi anche
Ciampino_AlessandroPorchettaSindaco_Gruppo_09042022
Politica
Ciampino, si presenta Alessandro Porchetta: “Rompiamo col passato, cambiamo davvero!”
Presentazione_ColellaSindaco_09042022_Gruppo
Politica
Ciampino, Emanuela Colella si presenta: “Partecipazione e inclusione, guardando al futuro”
Ciampino_Presentazione_MassimoGrasso_27042022_4
Politica
Ciampino, Massimo Grasso si presenta: “Italia Viva, squadra bellissima per un grande futuro”
commenta