Quantcast
Gestione Rifiuti di Roma, anche dai Castelli Romani alla manifestazione sotto la Regione Lazio - Castelli Notizie
Attualità

Gestione Rifiuti di Roma, anche dai Castelli Romani alla manifestazione sotto la Regione Lazio

presidio rifiuti roma regione lazio

“Zingaretti scendi a parlare con noi”. Un grido forte, un monito netto contro le attuali politiche territoriali di gestione rifiuti. Nonostante la pioggia, in tanti si sono riuniti a Roma sotto la Regione Lazio, zona Garbatella, per protestare contro le scelte del presidente Zingaretti e contro la recente decisione del sindaco capitolino Gualtieri di virare sulla realizzazione di un termovalorizzatore.

Presenti comitati e associazioni di tutto il territorio regionale: dai Castelli Romani a Magliano Romano, da Aprilia fino a Roma, tutti che si oppongono a scelte, “che attentano alla salute umana e animale, alla salubrità dei luoghi e alle locali prerogative decisionali”. A dare forza alla protesta anche il comitato No Inc presidio No discarica di Albano Laziale che alla vigilia della manifestazione, in un sit in nella cittadina dei Castelli Romani, aveva affermato: “Rifiutiamo la chiara scelta del sindaco di Roma di ignorare il porta a porta a favore di tecnologie di trattamento dei rifiuti super incentivate e parimenti dannose: ovvero digestione anaerobica e incenerimento. Queste tecnologie arricchiscono chi le gestisce (incentivi) e per contro sono molto inquinanti e molto nocive per la salute della popolazione coinvolta. L’alibi meno discariche non può essere il pretesto per impianti che generano nuovi rifiuti ancora più pericolosi. Il digestato prodotto negli impianti biometano e le ceneri pesanti e leggere dei necrovalorizzatori sono mine vaganti, la prima in danno dei terreni agricoli e dei prodotti vegetali, le seconde perché andranno ad avvelenare i cementi o ad inquinare i luoghi dove saranno smaltiti come rifiuti tossici e nocivi”.

Oltre al Coordinamento contro l’inceneritore di Albano – Presidio No discarica Albano, è annunciata la partecipazione anche di: Comitato Risanamento Ambientale Alternativa Sostenibile, Civitavecchia Bene Comune, Comitati uniti di Rocca Cencia, Aprilia Libera La Città degli Alberi Aprilia, Rete Ecosistemica Roma, Rete Ecologista Castelli Romani, Insieme per Casal Fattoria IX, Municipio Lavoratori AMA – Usb, Cittadini di Cava Covalca – IX, Municipio Dopolavoro Ferroviario Velletri, Forum Ambientalista ODV Civitavecchia, Associazione Ecologica Monti Sabatini -No Discarica Magliano Romano.

Vedremo ora, se e come reagiranno dalla giunta regionale del Lazio, presidente Zingaretti in testa.

Più informazioni
leggi anche
aldo garofalo no inc
Attualità
Rifiuti, discariche e impianti: per i Castelli Romani un 2022 di fuoco
commenta