Quantcast
Patto Popolare Velletri non fa sconti a nessuno, Trivelloni: "Serve chiarezza nei programmi e nei comportamenti" - Castelli Notizie
Politica

Patto Popolare Velletri non fa sconti a nessuno, Trivelloni: “Serve chiarezza nei programmi e nei comportamenti”

In questa intervista a Lamberto Trivelloni, il movimento civico Patto Popolare ricorda di avere un solo impegno: quello promesso agli 800 “velletrani” che gli hanno accordato la propria fiducia

Generico aprile 2022

“Patto Popolare non fa sconti a nessuno, e non ne accetta”. E, orgogliosa della libertà di poter valutare gli interessi della propria città senza doverne rendere conto a nessuno, i suoi esponenti, a partire dal coordinatore Lamberto Trivelloni chiedono “soltanto chiarezza nei programmi e nei comportamenti”. “Abbiamo solo un impegno: quello promesso agli 800 “velletrani” che ci hanno votato. E lo abbiamo appositamente messo su dei papiri”, ha aggiunto il fondatore del movimento civico.

Generico aprile 2022

In queste ultime settimane nella politica cittadina si è discusso parecchio delle vostre polemiche nei confronti dell’amministrazione Pocci (l’ultima fatta alla gestione e promozione della 26ma Festa delle Camelie) e poi – a distanza di poche ore – ecco il passaggio – inaspettato – del consigliere comunale Fabio Messori dalla lista che sostiene Priori alla vostra di Patto Popolare Velletri.

“A Velletri il problema non è Patto Popolare, semmai noi siamo soltanto una piccola comunità politica che dissente quando è il caso di dissentire; allora il problema è di chi pur essendo organico alla attuale maggioranza, inizia a porsi giustamente la domanda se fra loro esiste un programma di governo condiviso da tutti quelli che ne fanno parte; se vi è una Giunta che li rappresenta tutti e se vi è un accordo sulle prossime elezioni a cui tutti vogliono partecipare allo stesso modo”.

E a voi non sembra che ci sia tutto questo?

“Patto Popolare nelle risposte che ne ha tratto non ha intravisto nulla che la rassicuri. E mi pare che pure con LeU, Italia Viva e qualche altro consigliere che si è in qualche modo dissociato su fatti specifici come Quaglia, qualche divergenza esiste. Ma – lo ripeto – a noi interessa solamente che si faccia chiarezza il prima possibile sulle questioni poste, non fungiamo mica da ragionieri che annotano le loro anomalie”.

State costruendo qualcosa di alternativo all’attuale amministrazione, oppure? Vi è secondo voi una alternativa credibile in questo momento?

“Non è il momento di dare giudizi perentori su nessuno. Semmai, dispiace che con tutti questi problemi, c’è ancora chi a Velletri fa dei voli pindarici, chiacchiera, si inerpica su ragionamenti che sono fumosi e senza costrutto. Ed è stato proprio questo il motivo che ha permesso 4 anni fa ad Orlando Pocci di diventare il Sindaco di Velletri senza particolari fatiche. Voglio solo dire che non vi è nulla di peggio in una comunità, di una opposizione che non funziona come dovrebbe. Perché acuisce ancora di più i problemi di quella comunità: la maggioranza si sente invincibile, e trae da se stessa il peggio, perché nessuno può chiedergliene conto. Un deleguccia a Caio e un’altra promessa a Sempronio e tutto va… Ma per noi non basta, ed è pure palesemente illegittimo dal punto di vista amministrativo. Invito tutti ad una più sana riflessione. A lasciar perdere le chiacchiere e a concentrarsi sui progetti futuri, di una città come Velletri che non chiede altro che di essere rappresentata dalle sue energie migliori. Ma di materia cerebrale al momento non ne vediamo poi tanta. E per questo ci riteniamo (come Patto Popolare Velletri) vincolati solo da alcuni obiettivi che intendiamo perseguire per la nostra città. E saranno proprio quelli e solamente quelli che credo il dott. Messori vi elencherà quanto prima”.

Le vostre riflessioni non sembrano confinate solo a questi aspetti, tanto che i vostri sfoghi non lasceranno probabilmente indifferenti gli addetti ai lavori della politica locale…

“A noi l’essere o meno di destra o di sinistra poco importa, ci è quasi del tutto indifferente; e delle provocazioni che arrivano da entrambi i nostri lati facciamo spalluccia. Non abbiamo l’esigenza di avere qualcosa (campiamo del nostro e bene) e neanche di aumentare consensi e poltrone. Perché se così fosse stato nel passato avremmo assunto atteggiamenti diversi e fatto scelte diverse. Nei prossimi giorni convocheremo non a caso una conferenza stampa per dettagliare puntigliosamente cosa ci interessa veramente per la nostra città e spiegheremo anche punto per punto come riuscirci”.

Sul serio, permetteteci con franchezza di chiederlo: non temete con la vostra rigidità di restare poi troppo isolati nel contesto elettorale generale futuro?

“Guardate, noi di Patto Popolare Velletri non ci stiamo mica isolando, anzi, tutt’altro; semmai ci “arcipelaghiamo”. E – sia chiaro una volta per tutte – non è con la persona di Alessandro Priori che ce l’abbiamo – figuratevi – ma con la sua inutilità come assessore. Ed è per questo che consigliamo di sostituirlo con uno più idoneo! Non abbiamo nomi da proporre, soltanto la necessità di una discontinuità forte con questi ultimi 4 anni di gestione di quelle deleghe in particolare. E mica solo con quelle, vogliamo parlare della gestione del patrimonio boschivo? O dell’emergenza abitativa e di quello che è accaduto a via dei Bastioni? Con questa amministrazione a sostegno dello Sport, per il commercio e a favore del rilancio turistico e per la cura del tempo libero dei nostri concittadini sino ad ora è stato fatto ben poco, se non addirittura niente. E quel poco fatto neanche tanto bene. E ci fermiamo qui. E a prescindere da tutto siamo disponibili sempre a dare una mano, anche come semplici cittadini. Non abbiamo nulla di più da aggiungere e da chiedere. Ma neanche siamo disposti a concedere sconti su queste responsabilità e il nostro è un resoconto che si attiene solo alla realtà delle cose! Per gli sconti – semmai – andate al mercato settimanale.

Il nostro motto era e resta: “dire le cose che si pensano e poi fare le cose che si sono dette”. Tutto qui, niente di particolarmente arrogante o peggio di offensivo. Magari è solo un eccesso di chiarezza”.

LAMBERTO TRIVELLONI
Generico aprile 2022

 

leggi anche
Fabio Messori
Politica
Velletri – Il dott. Fabio Messori aderisce a Patto Popolare: altro scossone per la maggioranza
Generico aprile 2022
Politica
Velletri, lavori al Campo Sportivo – Patto Popolare: “Le foto non fanno chiarezza, noi si!”
Generico marzo 2022
Politica
Velletri – Franco Cerini (Patto Popolare): “Gli errori vanno rimossi”. Ipotesi rimpasto per la Giunta Pocci?
commenta