Quantcast
Velletri - Un sabato sera con Flavio Insinna: al Teatro Artemisio ha presentato “Il Gatto del Papa”, nell'evento targato Mondadori - Castelli Notizie
Cn libri

Velletri – Un sabato sera con Flavio Insinna: al Teatro Artemisio ha presentato “Il Gatto del Papa”, nell’evento targato Mondadori

Nella serata di ieri, sabato 23 Aprile, presso il Teatro Artemisio Gian Maria Volonté di Velletri si è svolto l’evento organizzato dalla libreria “Mondadori Bookstore". Il super ospite è stato il personaggio televisivo Flavio Insinna, intervistato da Stefano Panetta di Rai Libri, quest’ultima casa editrice del racconto “Il Gatto del Papa”.

Generico aprile 2022

Nella serata di ieri, sabato 23 Aprile, presso il Teatro Artemisio Gian Maria Volonté di Velletri si è svolto l’evento organizzato dalla libreria “Mondadori Bookstore”. Il super ospite è stato il personaggio televisivo Flavio Insinna, intervistato da Stefano Panetta di Rai Libri, quest’ultima casa editrice del racconto “Il Gatto del Papa”. Una storia che può essere d’insegnamento dal bambino all’adulto, una “piccola favola” che va dritta al cuore, senza tempo, ossia senza un periodo storico definito. Una storia che con tenerezza e ironia lancia un messaggio di fratellanza e condivisione, in cui la figura del Pontefice, da massima icona spirituale, diventa la rappresentazione di tutti noi quando, presi dalle nostre esistenze, dal nostro lavoro, dai nostri capricci, dalle nostre paure, dalle nostre esigenze e necessità, principalmente dal nostro individualismo, smarriamo la rotta per “restare umani”.

La riflessione cui ci invita l’autore è il non restare indifferenti agli eventi che ci si presentano abitualmente, soprattutto se credenti, invitandoci ad essere sensibili verso il nostro “prossimo” e ad esaminare le nostre coscienze, guidandoci verso la nostra vera essenza, ricercando la felicità, affermando: “La felicità nasce gemella, quella vera, è condivisa”.

I proventi dell’autore derivanti dalla vendita del volume saranno donati a Emergency, associazione italiana indipendente e neutrale, fondata nel 1994 dal medico Gino Strada per offrire cure medico-chirurgiche gratuite e di elevata qualità alle vittime delle guerre, delle mine antiuomo e della povertà.  Nel ricordo del suo fondatore, Gino Strada, nominato durante la serata, citiamo una sua frase presente nel libro: “Se uno di noi, uno qualsiasi di noi esseri umani, sta in questo momento soffrendo come un cane, è malato o ha fame, è cosa che ci riguarda tutti. Ci deve riguardare tutti, perché ignorare la sofferenza di un uomo è sempre un atto di violenza, e tra i più vigliacchi”.

Da segnalare, a fronte di un un numeroso pubblico presente in sala, l’intervento iniziale del Sindaco Orlando Pocci e di Giacomo Zito, Direttore Artistico della Fondarc (presente anche col Presidente Nicola Tullio Sorrentino), che hanno preso la parola e ringraziato lo staff della Libreria Mondadori coi patron Guido Ciarla e sua moglie Aurora per aver organizzato una serata all’insegna della cultura, nonostante le difficoltà che la nazione sta attraversando.

Generico aprile 2022
Generico aprile 2022
commenta