Quantcast
Monte Porzio - Ladri in zona Cappellette, i residenti: "Sicurezza a rischio senza rete e connessione" - Castelli Notizie
Cronaca

Monte Porzio – Ladri in zona Cappellette, i residenti: “Sicurezza a rischio senza rete e connessione”

Generico aprile 2022

Un nuovo tentativo di furto si è verificato stanotte intorno alle 2.30 nella zona residenziale di via delle Cappellette a Monte Porzio Catone. Non è la prima volta che i ladri prendono di mira questa via della città, caratterizzata per lo più da villini e case con giardini e ampi spazi esterni. Un colpo, quello della scorsa notte, fortunatamente non andato a buon fine ma che ha riacceso il malcontento che da anni anima molti dei residenti, costretti a fare i conti con un isolamento forzato che riguarda assenza di connessione e telefonia mobile.

Cosa è accaduto stanotte? Alcuni malviventi hanno provato ad accedere tramite il giardino ad una delle abitazioni ma l’allarme, che ha suonato mettendoli in fuga, non si è potuto collegare alla centrale operativa di riferimento e alle Forze dell’Ordine. I ladri sono quindi scappati entrando nel giardino di un’altra proprietà e facendo suonare un altro antifurto, che ha svegliato i residenti: a quel punto sono state allertate le Forze dell’Ordine.

“Molti dei nostri sistemi di antifurto – ci racconta un residente – dovrebbero collegarsi direttamente con una centrale operativa capace di raccogliere l’allarme e inviarlo alle Forze dell’Ordine. Questo da noi non accade perché, non avendo copertura mobile, il dispositivo non riesce ad effettuare la chiamata e mandare il segnale. Anche i ladri hanno ormai capito questa situazione e diverse volte è capitato che abbiano tagliato i fili della rete fissa, escludendo la connessione internet e eliminando la possibilità di collegamento per i telefono VOIP che viaggiano in rete. Visto che qui la copertura di segnale è inesistente, ci ritroviamo non solo senza possibilità di chiamare con telefono cellulare, ma in questi casi anche senza rete fissa. Nel 2022 è assurdo essere costretti all’isolamento e non solo per ragioni di sicurezza, che già di per sé sarebbero sufficienti a giustificare provvedimenti seri e urgenti, ma anche per motivi di lavoro e di studio”.

Una condizione che accomuna diverse aree del territorio e fotografa una realtà che è stata già oggetto di cronaca circa un mese fa, quando ci fu un altro tentativo di furto in via Formello e la proprietaria di casa non riuscì a mettersi in contatto con i Carabinieri a causa dell’assenza di copertura telefonica.

Un problema che l’amministrazione Pulcini aveva deciso di affrontare ricorrendo  al PRAEET e ad un Piano Antenne  votato all’unanimità del Consiglio Comunale lo scorso anno e che dovrebbe permettere l’installazione di antenne in aree stabilite da criteri ben precisi, a tutela sia della salute pubblica che dell’efficienza delle connessioni.

Più informazioni
commenta