Quantcast
Ciampino – Niente intesa tra Ballico e Porchetta: salta il confronto pubblico sull’IGDO - Castelli Notizie
Politica

Ciampino – Niente intesa tra Ballico e Porchetta: salta il confronto pubblico sull’IGDO

Ballico_Porchetta_IGDO

Si scalda il clima, a Ciampino, e non solo a livello atmosferico. E i protagonisti sono sempre loro: Daniela Ballico e l’IGDO. Nei giorni scorsi la questione era limitata ad accuse e rimpalli reciproci sui social, tra la candidata a sindaco con il centrodestra e la rivale del centrosinistra Emanuela Colella, riguardo la storia dell’ex Collegio del Sacro Cuore di via 2 Giugno (divenuto privato durante le passate amministrazioni di stampo PD). Ora, al centro del dibattito con la sindaca uscente, vi è l’altro candidato a sindaco di sinistra, Alessandro Porchetta.

Motivo del contendere, il confronto pubblico relativo alle rispettive proposte elettorali sull’IGDO. Un interessante dibattito “all’americana”, per comprendere come i due aspiranti sindaci intendano riacquisire la struttura (al tema aveva accennato lo stesso Porchetta durante la sua presentazione ufficiale) e a quale uso vorrebbero adibirla, qualora occupassero la poltrona di primo cittadino di Ciampino.

Sembrava tutto fatto: appuntamento alle 17 di venerdì 6 maggio, prima al Dub’s Pub di via Francesco Baracca; poi, visto l’enorme interesse suscitato nei cittadini e, dunque, la necessità di uno spazio più grande per accogliere più persone (nonostante fosse stata garantita alla cittadinanza la possibilità di seguire l’evento in streaming), all’Auditorium “Bonicelli” di viale Kennedy. Ma alla fine l’incontro, a meno di clamorosi ribaltoni, è saltato per “questioni organizzative”.

“Volevo discutere politicamente insieme a Daniela Ballico – ha precisato Porchetta in una diretta Facebook – delle proposte in campo e delle possibili opzioni e, soprattutto, smontare un po’ di racconti che il centrodestra fa rispetto al tema dell’IGDO, proponendo la nostra visione. Improvvisamente, però – ha aggiunto –, è emersa la volontà della signora Ballico di far partecipare all’incontro anche altre persone, riconducibili alla sua area politica (l’ex assessore Francesco Febbraro, che aveva presentato la delibera di acquisizione dell’edificio, e Francesco Smedile, coordinatore della lista civica ‘Igdo Pubblico’, che sosterrà la candidatura della sindaca uscente, ndr). Io ho potere di parola rispetto alla posizione della mia coalizione e mi piacerebbe confrontarmi con chi si candida dall’altra parte, ma evidentemente questo non è possibile. La città deve conoscere quello che pensano i candidati sindaci, non quello che dicono personaggi che vengono da Roma”.

Per cercare un punto di intesa, stamattina si sono anche incontrate, ma senza successo, due delegazioni dei rispettivi schieramenti. Ma l’invito della Ballico al suo collega, da lei ritenuto “l’unico interlocutore valido” per discutere sull’IGDO pubblico, a scegliere il moderatore, le domande da porre durante il confronto ed eventuali altri esponenti politici da far intervenire, non è bastato ed è stato rispedito al mittente.

“Io non ho bisogno della balia – ha commentato distanza Porchetta –, né dell’aiuto di capibastone. Si è preteso di far diventare un incontro tra due candidati sindaci una ricerca di visibilità con due ‘affiancatori’ da Roma, che nulla hanno a che vedere con la scelta democratica che i cittadini faranno il 12 giugno per decidere il sindaco di Ciampino. L’IGDO è diventato, nei fatti, motivo di un’iniziativa di una lista civica a sostegno della signora Ballico. Se lei non vuole confrontarsi da sola con me, me ne farò una ragione. Ci spiace solo aver fatto perdere tempo a tanti cittadini e cittadine che meritano di ascoltare proposte concrete, come stiamo facendo da settimane in città e come, sul tema, facciamo dal 2009 almeno”.

“Volevamo che fosse un’occasione di informazione per i cittadini, in un confronto leale su un obiettivo importante per la città – ha replicato Daniela Ballico –, ma abbiamo capito che l’intenzione dall’altra parte è farne un momento di scontro tra i candidati. A noi questo non interessa. Venerdì prossimo – ha, quindi, annunciato l’ex sindaca – saremo i soli a illustrare la nostra proposta sull’IGDO. Informeremo i cittadini, senza intenti propagandistici che non interessano a nessuno, di cosa proponiamo, come vogliamo realizzarlo e con quali risorse. Noi abbiamo le idee chiarissime, sappiamo come fare, vogliamo dirlo ai cittadini e discuterne con loro. Come dice lo slogan della nostra campagna elettorale – ha concluso –, la nostra forza sono i fatti. E i cittadini potranno verificarlo venerdì”.

Sarà comunque un incontro ricco di spunti, quello che rimarrà confermato, ma riservato solamente ai sostenitori e all’entourage della Ballico. Rimane, tuttavia, vista l’assenza di Alessandro Porchetta e della sua coalizione, un’occasione persa, non soltanto per uno scambio di idee, ma anche, perché no?, per un momento di distensione (almeno temporaneo) tra due coalizioni non esattamente amiche.

commenta