Quantcast
Monte Porzio, i diritti dei minori entrano nei "Principi fondamentali" dello Statuto comunale - Castelli Notizie
Politica

Monte Porzio, i diritti dei minori entrano nei “Principi fondamentali” dello Statuto comunale

bambini monteporzio don milani (3)

A Monte Porzio, nella seduta di Consiglio di martedì 3 maggio, l’assise ha approvato all’unanimità l’integrazione dell’articolo 5 della sezione “Principi fondamentali” dello Statuto comunale, che riguarda, nello specifico, i diritti dei minori.

“Il Comune di Monte Porzio Catone – così recita l’integrazione del suddetto articolo – si impegna a tutelare i diritti dei bambini, delle bambine e degli adolescenti, sanciti nella Convenzione Internazionale dei Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza adottata dall’ONU il 20 novembre 1989 (articoli 1-54) e ratificata dall’Italia il 27 maggio 1991 con legge n° 176, i cui 4 principi generali per l’interpretazione e l’attuazione di tutti i diritti dei minorenni sono: non discriminazione (articolo 2); superiore interesse (articolo 3); diritto alla vita, alla sopravvivenza e allo sviluppo (articolo 6); partecipazione e ascolto delle opinioni del minorenne (articolo 12)”.

“In particolare, relativamente a quest’ultimo – prosegue il testo dell’integrazione -, il Comune di Monte Porzio Catone si impegna a promuovere, per ogni minorenne, il diritto di esprimere le proprie opinioni liberamente su tutte le questioni che lo riguardano e che queste vengano debitamente prese in considerazione tenendo conto della sua età del suo grado di maturità, seguendo l’interpretazione fornita nel commento generale n° 12 sul diritto del bambino e dell’adolescente di essere ascoltato,pubblicato dal comitato ONU sui diritti dell’infanzia il 20 luglio 2009”.

“I diritti dei minori, sanciti nella Convenzione ONU del 1989, per la prima volta nella storia del nostro Comune vengono inseriti nello Statuto comunale, a testimonianza del grande lavoro che l’amministrazione Pulcini sta portando avanti in un’ottica di promozione e tutela dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza insieme a UNICEF Italia” ha commentato con soddisfazione il consigliere delegato alle Politiche Giovanili di Monte Porzio Giordano Riccardi.

“Questo è un’obiettivo che abbiamo condiviso da subito con il nostro gruppo – ci ha detto gentilmente la vicesindaca e assessora alle Politiche Sociali Caterina Morani -. La nostra ‘marcia in più’ è stato sicuramente il consigliere Giordano Riccardi, che con un grande lavoro di tessitura ha coordinato l’intero percorso di lavoro. Un lavoro condiviso con progetti, azioni e manifestazioni in favore della consapevolezza che il futuro è nelle mani dei nostri ragazzi e ragazze. Siamo tutti determinati – ha aggiunto Caterina Morani – a condividere con loro i nostri progetti e a coinvolgerli per renderli partecipi della vita pubblica e far sì che si appassionino a quanto stiamo facendo. Un futuro migliore per tutti si raggiunge con la conoscenza e la condivisione”.

leggi anche
unnamed-2
Monte Porzio – Decoro urbano, scuola e parchi. Una città che punta ad essere a misura di bambini e adolescenti
città da favola
Monte Porzio – Piazza gremita per “Una città da favola”, il libro scritto dai bambini
commenta