Quantcast
"Che bello essere a Genzano": così Claudia Gerini al cinema Cynthianum ha presentato "Tapirulàn", con Fabio Morici - Castelli Notizie
Eventi

“Che bello essere a Genzano”: così Claudia Gerini al cinema Cynthianum ha presentato “Tapirulàn”, con Fabio Morici

Ieri sera presso il Cinema Multisala Cynthianum di Genzano si è svolta l’anteprima del film “Tapirulàn” che vede l’esordio alla regia della splendida Claudia Gerini, accompagnata da un cast di altissimo livello come lo sceneggiatore e attore Fabio Morici, Claudia Vismara, Stefano Pesce, Maurizio Lombardi, Corrado Fortuna, Antonio Ferrante e Niccolò Ferrero.

Ad accoglierla due sale gremite di pubblico, circa 250 persone, che – nonostante il lieve ritardo – hanno aspettato in trepidante attesa la nota attrice Claudia Gerini e lo sceneggiatore ciampinese Fabio Morici, entrambi intervistati dal giornalista esperto di cinema Paolo Leone.

“Che bello essere qui a Genzano” ha esordito nella sala grigia del cinema la vulcanica Gerini “e che bello vedere così tante persone tornare al cinema per gustare, tutti insieme, un film dal carattere deciso e introspettivo che mi ha dato la possibilità di sperimentare come attrice, ma soprattutto in questa nuova veste di regista”.

“E’ un film che abbiamo immaginato, scritto e realizzato nel giro di un anno e mezzo, tempi relativamente stretti per le produzioni cinematografiche che spesso allungano i tempi tra la ricerca del regista e soprattutto del produttore” ha aggiunto lo sceneggiatore Fabio Morici di Ciampino.

“Fin dal primo momento” ha aggiunto Morici “ho immaginato la persona che correva sul tapis roulàn come una donna e, addirittura, nella prima stesura aveva il nome di Claudia. Un segno del destino che mi ha colpito, ma che oggi ha dato vita ad un film a cui entrambi teniamo molto”.

Tapirulàn, è un film che racconta la storia di Emma – interpretata da Claudia Gerini – una donna che lavora mentre si allena correndo sul suo tapis roulant. Emma fa consulenza online, impiego che trova molto gratificante, nonostante un’esistenza condotta in un equilibrio precario e sul filo del rasoio. Correndo ogni giorno, la donna cerca di lasciarsi il suo passato alle spalle, convinta che, così facendo, si possano abbandonare gli anni, ben 25, che non si vogliono ricordare. Un giorno irrompe nella sua vita sua sorella minore, Chiara, che le chiede qualcosa che mette il suo instabile equilibrio – costruito nel tempo – a repentaglio. I ricordi che Emma aveva accantonato in un angolo tornato a tormentarla e, questa volta, la donna non può fare altro che affrontarli una volta per tutte.

Tanti applausi hanno salutato i due attori, in particolare Claudia Gerini che – da grande attrice qual è – si è concessa a foto, video e scambio di battute con i tantissimi fan che sono accorsi fuori dal cinema per salutarla.

Anche quest’evento, organizzato da Giuseppe Consalvi e tutta la sua fantastica famiglia, è stato un successo dimostrando – ancora una volta – che i piccoli centri urbani sono capaci di grandi cose.

commenta