Attualità

Nemi, presentato il progetto di demolizione e ricostruzione dei 3 ponti di via Nemorense video

I tre ponti di Nemi verranno demoliti e ricostruiti totalmente in acciaio. Si tratta dei viadotti su via Nemorense, due piccoli ed uno più grande, la cui interdizione – dopo i tragici fatti del ponte Morandi a Genova – ha causato notevoli disagi alla cittadinanza, essendosi interrotto il passaggio di autobus e mezzi pesanti provenienti da via dei Laghi.

Oggi, proprio a ridosso della galleria sottostante interdetta, il Sindaco di Nemi, Alberto Bertucci, insieme alla Città Metropolitana, che finanzia l’opera per due milioni di euro, presente nella persona del giovane consigliere Stefano Cacciotti, hanno presentato alla cittadinanza il progetto, giunto alla fine dell’iter burocratico e pronto per andare in gara.

Accanto al sindaco anche il consigliere Giovanni Libanori, che era anche consigliere metropolitano all’epoca dell’ottenimento delle risorse, ed altri rappresentanti dell’Amministrazione comunale. Presenti inoltre il dirigente responsabile della Viabilità Roma Sud di Città Metropolitana, Ing. Paolo Emmi, ed i due tecnici che hanno seguito l’iter Giovanni Tozzi e Filippo De Meo.

Ponte nemj

“Abbiamo chiuso il ponte a settembre del 2018 e subito ci siamo attivati per reperire fondi in città Metropolitana  – ha dichiarato Libanori -. A questo risultato si è arrivati grazie ad un’azione congiunta dell’allora consiglio metropolitano e quindi voglio ringraziare i vari capigruppo che si sono succeduti in quel periodo: Andrea Volpi, Antonio Proietti e Federico Ascani. Fortunatamente siamo riusciti nell’intento perché si tratta di un’opera importantissima che collega la parte alta della città con il centro di Nemi”.

“E’ un appuntamento che attendevamo da tempo – ha esordito il Primo Cittadino – e ringrazio il consigliere Libanori per essersi fatto tramite delle istanze del nostro Comune. Ricordo che la chiusura del ponte ha creato un blocco importante all’accesso dei tanti autobus di turisti che ogni giorno affollano la nostra cittadina, con ripercussioni negative sulle attività e l’economia in generale. Ora abbiamo la possibilità di far vedere come sarà il futuro ponte tramite il quale si raggiungerà il centro. Si tratta quindi di un ulteriore esempio di buona amministrazione che si aggiunge ad altri obiettivi strategici raggiunti, come il centro canoa, che vedrà presto aprire le porte a tutti i cittadini per l’accesso agli sport in acqua ed al lago stesso”.

“Ottenuti tutti i pareri, compreso quello del Genio Civile, è in corso ora la progettazione esecutiva – ha detto l’ing. Emmi – per passare poi ai lavori entro l’anno, con la speranza di rispettare i tempi di consegna e riaprire la strada il prima possibile”.

“Potrebbe passare il messaggio che si tratta di una trovata elettorale ma non è così – ha detto Cacciotti -, perché dietro c’è tanto lavoro, e arriva da lontano, poiché un finanziamento così grande per un piccolo comune come Nemi è sicuramente un grandissimo risultato. Una volta affidati i lavori si dovrà gestire il cantiere e la viabilità, ma sono sicuro che la squadra dell’Amministrazione Bertucci saprà gestire tutto nel migliore dei modi per consegnare alla comunità questa importante infrastruttura”.

Durante i lavori, come spiegato dai tecnici, si cercherà di ridurre al massimo i disagi ai cittadini causati dall’indispensabile chiusura al transito di via Riccardo De Sanctis, ad oggi unica via alternativa.

Più informazioni
commenta