Quantcast
Genzano, cordoglio per la scomparsa di Roberto Tetti, per tutti Scafo'. Aveva 63 anni - Castelli Notizie
Lutto

Genzano, cordoglio per la scomparsa di Roberto Tetti, per tutti Scafo’. Aveva 63 anni

roberto tetti

Profondo cordoglio a Genzano per la morte di Roberto Tetti, già ausiliario del traffico ed attualmente messo comunale del Comune di Genzano. Roberto, conosciuto da tutti con il soprannome di “Scafo'”, è venuto a mancare per un malore all’età di 63 anni.

“A nome del Consiglio Comunale voglio porgere ai suoi familiari, amici e colleghi le più sincere e fraterne condoglianze per la perdita di una persona sempre sorridente, gioviale, gentile e di grandissima simpatia umana. Ci mancherà tantissimo e verrà ricordato con affetto e riconoscenza al prossimo Consiglio Comunale“, ha dichiarando Patrizia Mancini (cui dobbiamo la foto che lo ritrae in piazza Tommaso Frasconi), esprimendo cordoglio e vicinanza alla famiglia da parte di tutta l’amministrazione comunale.

Tanti i messaggi di cordoglio che stanno arrivando da parte della cittadinanza di Genzano, unitamente agli attestati di stima da parte di chi lo ha conosciuto.

Roberto viveva con l’amata mamma in via Privata quarta (per i non genzanesi e la nuova toponomastica cittadina, si tratta di quella che è oggi via XXV Aprile).

roberto tetti

Di lui si ricorda la sua grande passione per la Lazio e il suo grande tifo per i biancocelesti. Stravedeva per Zdenek Zeman già prima che venisse alla Lazio, addirittura quando allenava il Licata. Si racconta, addirittura, che una volta allo spoglio uscirono due schede elettorali: una con scritto “Forza Licata torneremo in B” e un’altra con scritto “Tutti a Giarre”, rivale del Licata. Quando un suo amico, che stava al seggio dove lui votava, lo incontrò gli disse: “Guarda che ti ho sgamato, sei stato tu a scrivere”, lui, ridendo, negó di essere stato lui, con un sorriso che era tutto un programma.

“Lo vogliamo ricordare con in mano la sciarpa della sua amata Lazio, nel ritaglio di una foto presa dalla pagina Facebook di Aurelio Abbatini”, hanno scritto da “Genzano: storia, tradizioni e dialetto”: “Ciao Roberto, vola in alto insieme alle Aquile, nel cielo bianco-azzurro”, è quindi soltanto uno dei tanti messaggi di cordoglio che la comunità genzanese sta riversando sui social, in sua memoria. Roberto era stato parecchio male un paio d’anni fa per un malore cardiaco, tanto che al suo ritorno si decise di occuparlo come messo comunale e non più come ausiliario, lui che di persone ne conosceva così tante e aveva sempre un sorriso per tutti. 

Generico giugno 2022
commenta