Attualità

Disastro a Roma: incendio, chiudono asili nidi, materne e persino il Consiglio regionale: 10 squadre di Vigili del Fuoco per il rogo a Malagrotta

Con l’inquietante colonna di fumo ben visibile da gran parte dei Castelli Romani, i Vigili del Fuoco sono ancora al lavoro per domare l’incendio di Malagrotta a Roma, che ha interessato in serata alcuni capannoni di trattamento dei rifiuti. Dieci le squadre dei Vigili del Fuoco impegnate nella corsa contro il tempo e contro le fiamme, anche con mezzi aeroportuali e rinforzi da altri comandi del Lazio. Le operazioni sono in atto, anche a protezione delle aree adiacenti”. 

“L’incendio sta interessando due capannoni. Abbiamo 70 vigili del fuoco al lavoro con 10 squadre, alcune arrivate anche dalla provincia. La situazione è ancora in evoluzione. Oltre a cercare di spegnere le fiamme, il cui lavoro è difficile, le squadre sono a protezione delle altre strutture per evitare che l’incendio possa propagarsi. Al momento non c’è nessuna ipotesi sulle cause”. Lo ha detto Luca Cari, portavoce dei vigili del fuoco, a Rainews24.

“Non risultano persone ferite abbiamo messo in sicurezza i mezzi che erano fuori dalla struttura. Le operazioni sono complesse e lunghe. La precauzione principale e immediata per le persone in zona è di non respirare l’aria tenendo chiuse porte e finestre”, ha aggiunto. “Probabilmente servirà una giornata di lavoro, o forse più, per domare definitivamente le fiamme”.

E intanto “domattina si riunirà la cabina di regia per trovare gli sbocchi alternativi ai rifiuti che portiamo qui e si sta aprendo una riunione presso la Protezione Civile”, ha dichiarato l’assessora capitolina ai Rifiuti, Sabrina Alfonsi, all’uscita dal complesso impiantistico del trattamento dei rifiuti capitolini a Malagrotta.

“Stiamo andando verso un’ordinanza precauzionale rispetto alla salute pubblica dei cittadini che dovrebbe prevedere la chiusura delle scuole materne, i nidi e i centri estivi all’interno di un raggio che si sta determinando e il divieto di consumo e raccolta di alimenti nelle campagne qui vicino”, ha aggiunto. 

Intanto l’assessore alle Politiche Abitative, Urbanistica, Ciclo dei rifiuti e impianti di trattamento, Smaltimento e Recupero Massimiliano Valeriani è arrivato a Malagrotta per verificare di persona la situazione a seguito dell’incendio che ha colpito gli impianti dell’area. “Sono qui con la Protezione Civile regionale, l’Arpa Lazio e la struttura del gabinetto del Presidente della Regione – ha spiegato l’assessore – si tratta di una situazione grave. Ora è fondamentale pensare alla salute dei cittadini e verificare, grazie all’attività dell’Arpa che è’ già a lavoro, eventuali effetti sulla qualità dell’aria della zona. Nel giro di 24/48 ore avremo i primi risultati. La Regione Lazio sarà al fianco del Comune di Roma per individuare alternative per smaltire le quantità di rifiuti che non potranno essere collocate nell’area di Malagrotta. Voglio esprimere un ringraziamento ai vigili del fuoco, alla protezione civile e alle forze dell’ordine per l’intervento che hanno messo immediatamente in campo”.

 “In seguito al grave incendio divampato alla discarica di Malagrotta per cause ancora da accertare la sede del Consiglio regionale del Lazio in via della Pisana 1301 rimarrà chiusa nella giornata di domani 16 giugno”, ha nel frattempo dichiarato Marco Vincenzi, Presidente del Consiglio regionale del Lazio.

 

Più informazioni
leggi anche
Incendio Frascati 18 Giu 2022 4
Cronaca
Frascati, incendio di sterpaglie in via Bel Poggio: intervengono Protezione Civile e Vigili del Fuoco
commenta