Cronaca

Genzano – Celebrati i funerali del 63enne Roberto Tetti: l’addio a Scafò commuove i suoi amici

roberto tetti

Nel pomeriggio di martedì 21 giugno, in una Genzano reduce dalla grande festa dell’Infiorata, è stato celebrato il rito funebre in onore di Roberto Tetti, venuto a mancare nella giornata del 12 giugno, all’età di 63 anni.

I funerali dell’ex ausilio del traffico, sono stati celebrati all’interno della Collegiata della Santissima Trinità, all’interno della quale sono stati in tanti che non hanno voluto mancare per l’estremo saluto ad un uomo volato in Cielo troppo presto.

La sua morte ha suscitato profondo cordoglio nella comunità di Genzano, visto che Roberto Tetti, già ausiliario del traffico e ultimamente messo comunale del Comune di Genzano, si è fatto voler bene da tutti, lui che era conosciuto dai più col soprannome di “Scafo'”.

Roberto, lo ricordiamo, era stato parecchio male un paio d’anni fa per un malore cardiaco, tanto che al suo ritorno si era deciso di occuparlo come messo comunale e non più come ausiliario.

Anche l’Amministrazione si è stretta alla famiglia e agli amici del caro Roberto Tetti. “Amato da tutti i colleghi e collaboratori, benvoluto dalla cittadinanza che ha avuto modo di conoscerlo e apprezzarlo nel suo ruolo prima di ausiliare del traffico e di messo comunale poi, la sua improvvisa scomparsa addolora tutti profondamente. Ci mancherà non poterlo vedere, ogni mattina, al nostro fianco”, hanno fatto sapere dal Comune di Genzano in suo ricordo.

Intanto dal gruppo di “Genzano: storia, tradizioni e dialetto”, lo si è voluto immortalare con uno striscione che alcuni amici genzanesi esposero durante le Olimpiadi del 1992 a Barcellona, lui che è stato un grandissimo tifoso della Lazio, amante del calcio e dello sport.

Generico giugno 2022
commenta