Attualità

Grottaferrata – Cooperativa Agricoltura Capodarco si aggiudica l’asta! A settembre una festa con tutta la città!

capodarco grottaferrata

È arrivata poche ora fa la rassicurante notizia che erano in tanti ad aspettare e che per diversi giorni aveva lasciato con il fiato sospeso gran parte della comunità di Grottaferrata. Oggi la Cooperativa Agricoltura Capodarco  si è definitivamente aggiudicata l’asta pubblica per l’acquisto della struttura di via del Grottino; un’asta, lo ricordiamo, che si era resa necessaria in seguito al fallimento della Comunità Capodarco di Roma e che aveva obbligato la cooperativa agricola ad acquisire il bene dove opera e assiste famiglie fragili da quasi quaranta anni. Un bene comune per la cui salvezza in questi ultimi due anni si erano mobilitate centinaia di persone con incontri, eventi di raccolta fondi e infine anche la Regione Lazio con uno stanziamento di 400mila euro utili ad acquistare il bene al momento dell’aggiudicazione dell’asta. Un’asta che però aveva presentato qualche intoppo di troppo, con l’offerta di un privato che aveva rimesso in ballo tante certezze. Oggi, dopo la definitiva rinuncia a partecipare dell’altro offerente e la formalità dell’aggiudicazione alla storica cooperativa, abbiamo raccolto le dichiarazioni a caldo di Salvatore Stingo, presidente della Cooperativa Sociale Agricoltura Capodarco.

Salvatore, un commento a caldo. Cosa state vivendo in questo momento?

Quello che stiamo vivendo in queste ore è un indescrivibile sentimento di gioia collettiva per la salvezza di ciò che viene considerato un bene comune. Sto ricevendo messaggi e telefonate di persone felici di come sono andate oggi le cose. Dopo anni vissuti come sulle montagne russe, con alti e bassi continui e repentini colpi di scena oggi possiamo dire che vediamo il futuro della Cooperativa molto molto più sereno.

Quali saranno i prossimi passi?

Innanzi tutto ora abbiamo 90 giorni di tempo per sistemare tutti gli adempimenti burocratici, farci erogare il mutuo e presentarci davanti al notaio per formalizzare la richiesta d’acquisto a cui l’aggiudicazione dell’asta ci ha permesso di partecipare. Lavoreremo celermente e con dedizione per produrre tutto ciò che occorre ed evitare ogni intoppo, considerando che siamo già al 1° luglio e nel mezzo c’è il mese di agosto che fisiologicamente rallenterà un po’ di cose. Siamo comunque fiduciosi e voglio anticipare che a settembre, una volta archiviate le formalità, faremo una grande festa a cui tutta la città è invitata a partecipare. Il nostro grazie nei confronti di chi ci ha dimostrato solidarietà viene dal profondo del cuore e, come dice Don Franco, celebreremo questo momento insieme a tutti. Ci dispiace se in quest’ultima fase c’è stata tensione, ma ci siamo resi conto che la realtà di Capodarco rappresenta davvero un grande valore per molti e per un momento, quando davvero tutto sembrava quasi risolto, l’esito iniziale dell’asta ci aveva generato un sentimento di smarrimento e sconforto profondo. Tante certezze e anni di lotta e sacrifici venivano rimessi in ballo ma per fortuna alla fine siamo riusciti a venirne fuori. Grazie davvero a tutti!

 

 

leggi anche
Don Franco
Attualità
Grottaferrata – Agricoltura Capodarco salva, parla Don Franco Monterubbianesi: “Festeggiamo insieme pacificati nella gioia comune”
commenta