Quantcast
VELLETRI - Contro il disboscamento 'selvaggio' del Monte Artemisio le associazioni ambientaliste suggeriscono regole più ferree - Castelli Notizie
Attualità

VELLETRI – Contro il disboscamento ‘selvaggio’ del Monte Artemisio le associazioni ambientaliste suggeriscono regole più ferree

Nell'attesa che, dopo l'esposto preannunciato dal consigliere Carlo Quaglia, circa eventuali reati compiuti in seguito al taglio del bosco ceduo sul Monte Artemisio, le indagini stabiliscano l'entità del danno, diverse associazioni, trainate dalla Spinosa per l'Ambiente, propongono al Comune di Velletri una nuova normativa da adottare in difesa dal patrimonio boschivo e dell'area tutelata, sia a livello regionale che europeo.

Velletri Monte Artemisio disboscamento

Nell’attesa che, dopo l’esposto preannunciato dal consigliere Carlo Quaglia, circa eventuali reati compiuti in seguito al taglio del bosco ceduo sul Monte Artemisio, le indagini stabiliscano l’entità del danno, diverse associazioni, trainate dalla Spinosa per l’Ambiente, propongono al Comune di Velletri una nuova normativa da adottare in difesa dal patrimonio boschivo e dell’area tutelata, sia a livello regionale che europeo.

La nota porta la firma di “La Spinosa per l’Ambiente”, “Diakronica”, “FabricAlbano”, “EcoIstituto RESEDA”, “EquIncontro Natura”, “Latium Volcano”, “Asino e le Nuvole A.P.S.” e “Associazione Il Sentiero nel Bosco”.

“Fermo restando il capitolato che la ditta aggiudicataria dell’appalto dovrà rispettare (a meno che il Comune non decida di annullare il contratto) suggeriamo all’amministrazione comunale questi punti che la ditta dovrà obbligatoriamente rispettare pena l’annullamento del contratto stesso:
–  raddoppio del numero delle matricine che dovranno essere lasciate per ogni singolo lotto;
– divieto assoluto del taglio nelle aree di interesse archeologico, escursionistico (sentieri segnati dal Parco), sull’intera area SIC codice sito IT6030017 denominazione Maschio dell’Artemisio e nell’area delle fonti, dei fontanili e del Rifugio Forestale dell’Artemisio;

Tutto ciò – fanno sapere le associazioni – anche in osservanza delle Norme Tecniche di Attuazione del Piano del Parco dei Castelli Romani (in particolare pag. 27 art. 8 e pag. 28 art. 25). Tali norme preserveranno l’Artemisio da altre devastazioni e favoriranno la ricrescita delle piante autoctone. È auspicabile inoltre un severo controllo delle autorità preposte ed un immediato intervento in caso di inadempienze”.

Ricordiamo, a beneficio dei nostri lettori, che le matricine sono gli alberi che, nei boschi cedui, vengono risparmiati durante il taglio e si allevano ad alto fusto per favorire il rinnovamento del bosco e sostituire le ceppaie più vecchie.

CLICCA QUI PER SCARICARE LE NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE

Mappa Monte Artemisio Velletri

 

Più informazioni
leggi anche
Velletri Monte Artemisio disboscamento
Attualità
VELLETRI – Le associazioni ambientaliste in difesa del MONTE ARTEMISIO sui tagli selvaggi: “Chi pagherà i danni?”
Velletri Monte Artemisio disboscamento
Politica
VELLETRI – Disboscamento Monte Artemisio, gli interventi in Consiglio comunale: la palla passa alla 2^ Commissione
Generico marzo 2022
FOCUS
Velletri – Disboscamento intenso del Monte Artemisio, Righini (FdI) ha richiesto Audizione Urgente in Regione
commenta